Avete un collega insopportabile?

by • 18 gennaio 2016 • In evidenza, SOCIALECommenti (0)598

SAPPIATE CHE LA SUA PRESENZA E’ DANNOSA PER L’AZIENDA E PER IL LAVORO DEGLI ALTRI.

Lo conosciamo tutti: ce n’è uno in ogni ufficio. È il collega bravissimo ma narciso, quello sicuro di sè che con le sue battute acide abbatte il morale della squadra, ma anche l’invidioso che bisbiglia critiche delegittimando il lavoro degli altri o lo spaccone che si prende meriti non suoi.

Si chiama proprio “toxic worker” o almeno così l’ha battezzato l’Harvard Business School, in una ricerca appena pubblicata, ripresa anche dal Financial Times. La prima nel suo genere specificano i suoi autori, l’analista del lavoro Michael Housman e il professore di amministrazione aziendale Dylan Minor.

Ma chi è davvero il lavoratore “tossico”? Un dipendente il cui comportamento ha un impatto così negativo sull’ambiente di lavoro.
É essenziale riconoscere il “tossico” prima di assumerlo. Affermazione che i due studiosi fanno dopo aver analizzato 50mila casi americani.lo studio dimostra infatti che la presenza di un “tossico” demotiva capi e colleghi che lavorano sempre meno e peggio. «Meglio assumere qualcuno meno sicuro di sé ma empatico» sintetizza il professor Minor. Ecco perché non basta limitarsi a test psicoattitudinali o a colloqui basati sulla prima impressione. Chi assume deve fare ricerche più accurate. La scelta, suggeriscono, non deve avvenire solo in base al curriculum ma consultando gli atteggiamenti sui social per cogliere attitudini intolleranti e denigratorie. Fra i tanti trucchi, anche quello di notare se durante i colloqui pronuncia “io” troppe volte.
E se il “tossico” è già tra noi? Diventa essenziale evitare quello che Harvard definisce “effetto mela marcia”: cioè che altri assumano gli stessi atteggiamenti. Il “tossico”, insomma, va isolato e affrontato.

________________________________________________________________

Questo sito usa i cookie per migliorare l’informazione.
Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare

Informazioni sui cookie

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Costa Paradiso News raggiunge il prestigioso traguardo di 200.000 visualizzazioni di pagina, in 98 Stati e 588 località Italiane (Google analytics 10 feb 2015).

Tre nuove rubriche sono state aggiunte al menu “AFFITTI, VENDITE, IL BARATTO” per i lettori che desiderano pubblicare gratuitamente i propri annunci.

Schermata 2014-12-12 alle 12.48.52
.
_______________________________________________________________
PER INSERIRE ANNUNCI GRATIS INVIARE FOTO E TESTO A
REDAZIONE@COSTAPARADISONEWS.IT
_______________________________________________________________
I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche “AFFITTI, VENDITE, IL BARATTO” sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia. Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.

______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________

.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *