a05d81211353e35d7c277c50cde8d12f-kcYG-U1100898594639T7F-1024x576@LaStampa.it

I grandi del petrolio verificano a Vienna la tenuta dell’accordo sulla produzione

by • 11 febbraio 2017 • ECONOMIA, In evidenzaCommenti (0)244

Un vertice dell’Opec che avrà lo scopo di verificare lo stato d’attuazione dell’importante accordo, stretto lo scorso 30 novembre, su un taglio congiunto della produzione da parte dei maggiori produttori di greggio (1,8 milioni di barili in meno al giorno). La riunione sarà ristretta a pochi big firmatari dell’intesa di novembre, alla quale hanno aderito anche diversi produttori estranei al cartello, Russia in testa.

Lo scetticismo della comunità finanziaria è grande. Più volte, in passato, i membri dell’Opec non hanno rispettato i tetti di produzione fissati congiuntamente. Alla base delle promesse disattese c’è la concorrenza reciproca tra i vari Paesi. Per ora la conformità all’accordo pare rispettata, tanto che il ministro dell’Energia saudita, Khalid Al-Falih, durante il World Economic Forum di Davos, ha affermato che l’adesione all’intesa è stata «molto forte» nelle prime due settimane di gennaio.

Nel contesto già frammentato si inserisce anche l’incertezza su quelle che saranno le mosse del nuovo presidente Usa, Donald Trump. Tra le priorità annunciate dalla nuova amministrazione c’è anche la volontà di sfruttare le vaste riserve di shale oil e gas ancora inesplorate in Usa «per una indipendenza dall’Opec».

Nelle ultime sedute il prezzo del greggio è salito in Borsa. Il Brent si è portato sopra ai 55 dollari, con rialzi di oltre il 2%. A inizio 2016 i valori erano scesi sotto al soglia dei 30 dollari, vuol dire un raddoppio delle quotazioni in pochi mesi. Dalla firma sull’accordo di fine novembre, le quotazioni sono salite del 13%. Negli anni passati i prezzi erano stati spinti al ribasso (il minimo era arrivato nel 2014 a 27 dollari) dall’eccesso di produzione, e in particolare dall’immissione sul mercato di shale oil Usa, e ora tornano a salire sulle speranze che da Vienna arrivi una conferma ai tagli.
________________________________________________________________
schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS RAGGIUNGE 351.186 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 131 STATI E 946 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 17 gennaio 2017)
_______________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito usa i cookie per migliorare l’informazione.
Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare

Informazioni sui cookie

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser
______________________________________________________________

.

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>