100225-640x360-elisabeth-tower-clock-face-640

Il Big Ben non suonerà per 4 anni

by • 25 agosto 2017 • ESTERI, In evidenzaCommenti (0)198

Da lunedì 21 agosto, dopo i dodici rintocchi di mezzogiorno, il Big Ben smetterà di suonare, a causa di alcuni lavori di ristrutturazione e riparazione che secondo i piani iniziali dovrebbero durare fino al 2021. Il Big Ben è il nome con cui si indica la famosa torre dell’orologio del palazzo di Westminster a Londra, dove ha sede il Parlamento britannico. Il tempo dell’intervento, pari a quattro anni, ha però creato delle polemiche tra alcuni deputati che oggi si riuniranno fuori dal Parlamento per protestare e che hanno annunciato un’urgente revisione del progetto per quanto riguarda le scadenze.

Nel 2015 per circa due settimane il Big Ben aveva suonato le ore in anticipo o in ritardo fino a sei secondi a causa di alcuni problemi al suo meccanismo interno, che segna il tempo da 157 anni. Durante i lavori, i rintocchi avverranno solo in occasione di eventi importanti e l’orologio continuerà a mostrare il tempo corretto azionato da un motore elettrico. Il Big Ben non ha subìto interventi sostanziali dal 1985 e ora le riparazioni si sono rese necessarie ad alcune parti dell’orologio, al meccanismo e alla torre stessa in cui tra le altre cose sarà installato un ascensore per rendere più rapida l’eventuale evacuazione dai piani più alti e per facilitare l’accesso al monumento delle persone disabili. La torre è visitata da circa 12 mila persone all’anno.

Rientrata dalle vacanze estive, la prima ministra Theresa May ha detto che «non è giusto non sentire i rintocchi del Big Ben per quattro anni». Con lei hanno protestato anche altri deputati, compresi alcuni membri della commissione che aveva approvato i lavori: alcuni hanno proposto di non silenziare i rintocchi facendo indossare delle cuffie protettive agli operai che lavorano, altri hanno chiesto di far suonare il Big Ben almeno la sera e la notte, altri ancora di lavorare alla manutenzione 24 ore su 24 per impiegare meno tempo (Jeremy Corbyn, leader del Partito Laburista, ha liquidato la questione dicendo invece che «non è un disastro nazionale»). Il Parlamento aveva approvato i lavori più di un anno fa ma, secondo chi sta protestando, senza l’indicazione di dettagli precisi sui tempi del progetto che potrebbero ora essere rivisti.

Big Ben è il nome con cui per sineddoche si chiama l’orologio o l’intera torre dell’orologio. In realtà Big Ben indica solamente la campana più grande dell’orologio, il cui nome ufficiale è “Great Bell”. La torre era chiamata semplicemente “Clock Tower” (“Torre dell’Orologio”) fino a quando nel 2012 si è deciso di chiamarla Elizabeth Tower, in onore della regina Elisabetta II che in quell’anno ha festeggiato il suo Giubileo di diamante, cioè 60 anni di regno. I quadranti dell’orologio hanno un diametro di 8 metri, con la lancetta dei minuti che è lunga 4,3 metri e quella delle ore circa 2,7 metri. Fu costruito tra il 1834 e il 1858 in stile neogotico e in breve tempo divenne uno dei simboli più riconoscibili di Londra e del Parlamento britannico. Negli anni ha subito diversi cicli di manutenzione, ma la Great Bell è la stessa che fu installata tra il 1858 e il 1859. Poco dopo la sua entrata in funzione la campana si fratturò e si preferì ripararla sul posto, perché fonderne un’altra e procedere con una nuova installazione sarebbe stato molto costoso. A quella frattura riparata al meglio possibile si deve il suono molto caratteristico e un po’ stonato dell’orologio quando segna le ore.

________________________________________________________________
schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 400.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 132 STATI E 968 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 10 giugno 2017)
_______________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>