Il nuovo stadio di Parigi

by • 13 ottobre 2017 • SPORT, In evidenzaCommenti (0)185

La sua costruzione ha subìto ritardi ed è stata parecchio rallentata, dato che originariamente avrebbe dovuto entrare in funzione entro il 2014, ma fra pochi giorni, a tre anni dalle stime iniziali sulla sua apertura, la nuova U Arena di Parigi verrà aperta al pubblico e inizierà subito a ospitare regolarmente le partite casalinghe del Racing Metro 92, storica squadra di rugby parigina – una delle più ricche d’Europa – che lì trasferirà anche la sua sede. L’apertura della U Arena è particolarmente attesa perché l’impianto è unico nel suo genere: per Jacky Lorenzetti, il presidente del Racing Metro – proprietario e gestore dell’impianto tramite una società controllata – è soprattutto un’arena polifunzionale, prima che uno stadio di rugby. Si stima che nel suo primo anno di attività, fra concerti, eventi culturali e aziendali l’impianto sarà occupato per più di 100 giorni: il primo grosso evento alla U Arena saranno i tre concerti conclusivi del tour mondiale dei Rolling Stones.

La U Arena, i cui lavori stanno per essere ultimati e costeranno complessivamente circa 350 milioni di euro, sarà completamente coperta; la sua capienza potrà variare dai 20.000 ai 40.000 posti, disponibili per concerti ed altri eventi. Lo stadio avrà solo una curva, perché uno dei due lati corti è stato lasciato libero per fare spazio a una costruzione esterna che verrà destinata agli uffici e all’area accoglienza. In questo modo all’interno dell’arena ci sarà più spazio per eventuali palchi o altre strutture richieste dagli eventi che ospiterà. Inoltre la società canadese Moment Factory, uno degli studi multimediali più famosi al mondo, specializzato nella predisposizione di scenografie, è stata incaricata di curare l’acustica, la disposizione delle luci e delle proiezioni all’interno dell’arena.

I ritardi nei lavori sono stati causati soprattutto da questioni legate all’impatto ambientale nella zona in cui sorge la costruzione, La Défense, il distretto finanziario di Parigi. La U Arena è stata costruita nella parte del distretto compresa dal comune di Nanterre, il quale ha dovuto richiedere delle modifiche al progetto in seguito alle previsioni di una affluenza annuale superiore ai 1.4 milioni di visitatori. La copertura, che nel progetto iniziale era mobile, è divenuta fissa per questioni legate all’inquinamento acustico, che ha richiesto anche altri piccoli accorgimenti in tutta la struttura. È stata inoltre notevolmente potenziata la viabilità della zona circostante, che è comunque una delle meglio collegate della città.

Nel corso di una stagione il Racing Metro disputa non più di una ventina di partite casalinghe, fra campionato e coppe, e lo stesso vale per le altre squadre di rugby francesi. Lo Stade Francais, per esempio, che è l’altro principale club di Parigi, nel 2013 ha completamente ristrutturato il suo stadio e lo ha reso polifunzionale, perché uno stadio dedicato esclusivamente al rugby – nonostante in Francia sia uno degli sport più seguiti – non potrebbe mai ripagare completamente gli investimenti fatti per la ristrutturazione, tantomeno quelli per una nuova costruzione. In questo senso, la U Arena va ben oltre: nei piani della società dovrà infatti diventare la sede dei più importanti eventi culturali in città, dai concerti alle sfilate di moda, per cominciare. È già certo il suo utilizzo alle Olimpiadi di Parigi del 2024, quando ospiterà le gare di ginnastica, ma l’arena è stata pensata anche per eventi motociclistici, partite di basket, pallavolo, calcio e per l’organizzazione di grossi eventi aziendali, che secondo le stime dovrebbero essere non meno di una novantina all’anno.
________________________________________________________________
schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 400.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 132 STATI E 968 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 10 giugno 2017)
_______________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *