UNA COMUNITÀ GIUSTA È POI POSSIBILE

by • 1 gennaio 2018 • Dentro la notiziaComments (1)788

Le criticità che la Comunità del Territorio di Costa Paradiso doveva risolvere per la sua stessa sopravvivenza.
– di Pasquale Ferrara –

Per prima cosa bisognava saper esaminare i desideri negativi ed egoistici degli amministratori che avevano portato il villaggio sull’orlo della bancarotta e cominciare a capire come riconquistare la fiducia dei Partecipanti/Proprietari.

Il difficile compito affidato al nuovo C.d.A. presieduto dal Dott. Ferdinando Buffoni non era affatto facile:

Una morosità per crediti verso i Partecipanti/Proprietari di 3.310.842,54 €

Debiti da pagare per un totale di 1.345.171,81 €

Un villaggio senza acqua da mesi con relativo contenzioso con ABBANOA e risoluzione del contratto per morosità

Debiti verso l’ Erario

Debiti verso Enti Previdenziali di cui € 72.376,00 già iscritti a ruolo da Equitalia

Una liquidità di cassa disponibile di 204.667,69 € che non bastava neppure per il trattamento di fine rapporto lavoro subordinato che ammontava a 280.416,44 €

Il nuovo C.d.A. presieduto dal Dott. Ferdinando Buffoni con Gianni Monterosso (vicepresidente); Maria Luisa Ferrari (tesoriere); Ferdinando Mulas, Claudio Pedace, Luciano Ognissanti e Stefano Angeli (consiglieri) ha saputo determinare connessioni positive per riconquistare quel minimo di fiducia con buona parte degli appartenenti alla Comunità.

Con il loro insediamento molte cose sono cambiate in meglio nel recupero crediti rendendo possibile l’appianamento di molti debiti e il riallaccio della fornitura dell’acqua da parte di Abbanoa.

Un rinnovato sito web e una buona comunicazione con i Partecipanti/Proprietari hanno reso possibile la trasparenza, con la pubblicazione in rete di tutte le attività del C.d.A..

La riduzione dei costi del 25% del bilancio preventivo 2017/2018 e la volontà di trasferire la titolarità e la gestione delle opere idriche all’ente di governo EGAS SARDEGNA hanno reso credibile che una giusta Comunità è poi possibile.

Il mio personale augurio di un prospero 2018 agli organi amministrativi del villaggio, al personale dipendente e a tutti i Partecipanti/Proprietari del Territorio della Comunità di Costa Paradiso.

Pasquale Ferrara


________________________________________________________________
schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 400.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 132 STATI E 968 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 10 giugno 2017)
_______________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

One Response to UNA COMUNITÀ GIUSTA È POI POSSIBILE

  1. UNA COMUNITÀ GIUSTA È POI POSSIBILE ha detto:

    Le criticità che la Comunità del Territorio di Costa Paradiso doveva risolvere per la sua stessa sopravvivenza.
    – di Pasquale Ferrara –

    Per prima cosa bisognava saper esaminare i desideri negativi ed egoistici degli amministratori che avevano portato il villaggio sull’orlo della bancarotta e cominciare a capire come riconquistare la fiducia dei Partecipanti/Proprietari.

    Il difficile compito affidato al nuovo C.d.A. presieduto dal Dott. Ferdinando Buffoni non era affatto facile:

    Una morosità per crediti verso i Partecipanti/Proprietari di 3.310.842,54 €

    Debiti da pagare per un totale di 1.345.171,81 €

    Un villaggio senza acqua da mesi con relativo contenzioso con ABBANOA e risoluzione del contratto per morosità

    Debiti verso l’ Erario

    Debiti verso Enti Previdenziali di cui € 72.376,00 già iscritti a ruolo da Equitalia

    Una liquidità di cassa disponibile di 204.667,69 € che non bastava neppure per il trattamento di fine rapporto lavoro subordinato che ammontava a 280.416,44 €

    Il nuovo C.d.A. presieduto dal Dott. Ferdinando Buffoni con Gianni Monterosso (vicepresidente); Maria Luisa Ferrari (tesoriere); Ferdinando Mulas, Claudio Pedace, Luciano Ognissanti e Stefano Angeli (consiglieri) ha saputo determinare connessioni positive per riconquistare quel minimo di fiducia con buona parte degli appartenenti alla Comunità.

    Con il loro insediamento molte cose sono cambiate in meglio nel recupero crediti rendendo possibile l’appianamento di molti debiti e il riallaccio della fornitura dell’acqua da parte di Abbanoa.

    Un rinnovato sito web e una buona comunicazione con i Partecipanti/Proprietari hanno reso possibile la trasparenza, con la pubblicazione in rete di tutte le attività del C.d.A..

    La riduzione dei costi del 25% del bilancio preventivo 2017/2018 e la volontà di trasferire la titolarità e la gestione delle opere idriche all’ente di governo EGAS SARDEGNA hanno reso credibile che una giusta Comunità è poi possibile.

    Il mio personale augurio di Buone Feste agli organi amministrativi del villaggio, al personale dipendente e a tutti i Partecipanti/Proprietari del Territorio della Comunità di Costa Paradiso.

    Pasquale Ferrara


    ________________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *