Banche, tassi negativi sui c/c sopra i 100mila euro

by • 18 ottobre 2019 • ECONOMIA, In evidenzaCommenti disabilitati su Banche, tassi negativi sui c/c sopra i 100mila euro159

Unicredit potrebbe diventare la prima banca italiana a trasferire sui clienti i tassi d’interesse negativi. Pochi giorni fa il ceo della banca italiana, Jean Pierre Mustier, ne aveva parlato come una possibilità teorica; adesso c’è la decisione. «I tassi negativi verranno trasferiti ai clienti con depositi ben al di sopra di 100 mila euro a partire dal 2020. In ogni caso offriremo ai clienti soluzioni alternative ai depositi come ad esempio investimenti in fondi di mercato monetario senza commissioni e obiettivi di performance in territorio positivo», ha affermato in un’intervista con BFM Business Tv. Sarà sulla misura di quel «ben al di sopra» che si dovrà strutturare l’offerta commerciale della banca.

Unicredit si aggiunge così ad un crescente numero di banche europee che stanno iniziando a trasferire i costi dopo cinque anni di tassi negativi. La berlinese Volksbank, la seconda più grande banca cooperativa tedesca, ha iniziato ad applicare un tasso del -0,5% su depositi superiori a 100.000 euro m entre la danese Jyske Bank addebita lo 0,75%.

I dubbi di Mediobanca sui tassi negativi alle imprese
Ma ha senso applicare i tassi negativi alla clientela? Secondo un recente commento di Mediobanca, «non si vede come il trasferimento di tassi negativi sulla base di clienti possa stimolare gli investimenti, dato che a spingerli sono ragioni industriali piuttosto che una logica finanziaria. Siamo scettici anche sui possibili benefici per la redditività delle banche, poiché l’applicazione di tassi negativi potrebbe scatenare una concorrenza più intensa sui prezzi, specialmente sui prestiti alle imprese e in particolare in un paese come l’Italia in cui la crescita dei prestiti è ferma da anni».

Quella di Unicredit potrebbe essere la rottura di un argine: finora le banche italiane hanno resistito a lungo a trasferire i costi dei tassi negativi alla clientela, preoccupate dal poter scatenare una più forte concorrenza sui tassi e dalla possibilità che i clienti possano cambiare banca. Con la decisione di Jean Pierre Mustier «si introdurrebbe un principio che metterebbe in difficoltà l’intero settore, clienti, imprese, territori e lavoratori bancari», ha detto nei giorni scorsi il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni. «A trarne vantaggio in Italia ci sarebbero le Poste Italiane, che potrebbero raccogliere possibili fughe dalle banche di clienti».

Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro». Il banchiere ha indicato anche che «sarebbe estremamente importante che i tassi negativi non si fermassero nei bilanci bancari» così da non inceppare «quello che i banchieri centrali chiamano meccanismo di trasmissione». La Bce lo scorso mese ha tagliato i tassi sui depositi a -0,50% dal -0,4% rendendo ancora più costoso per gli istituti parcheggiare la propria liquidità presso l’Eurotower.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 509.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 138 STATI E 1026 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 31 maggio 2019)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.