Barbagia, le origini del pane carasau

by • 7 giugno 2019 • VINO & CIBO, Visualizza in HomeCommenti disabilitati su Barbagia, le origini del pane carasau173

Il pane carasau è anche conosciuto con il nome di “carta musica”. Questo nome in particolare si riferisce alla croccantezza che il pane assume e dal rumore caratteristico quando si spezza. Il pane carasau si presenta come una sfoglia tonda molto sottile e croccante, simile ad un ostia.

Preparato con le migliori farine di grano duro o con le farine di orzo, il pane carasau è un ingrediente che si può utilizzare come accompagnamento o per creare sfiziosi aperitivi a base di carne, pesce e verdure. È il pane dei pastori, l’assenza della mollica infatti rende questa preparazione conservabile a lungo.

Ingredienti
•1 kg. di farina di semola di grano duro
•500 ml. di acqua
•15 gr. di lievito di birra
•10 gr. di sale

Preparazione
In una ciotola sciogliete il lievito con poca acqua tiepida. Nella quantità d’acqua restante, versate invece il sale e mescolate. Unite quindi le due soluzioni liquide alla farina e iniziate a impastare energicamente, fino a ottenere un composto morbido e senza grumi.
Dividete quindi l’impasto in diversi panetti e, una volta coperti, lasciateli lievitare per almeno 3 ore in un ambiente privo di correnti d’aria fredda.

Dopo questa fase, riprendete i panetti e stirateli uno alla volta, in modo da formare delle sfoglie grandi e sottilissime (circa 3 millimetri di spessore), che andrete a sistemare a turno su una teglia precedentemente infarinata con semola di grano duro.
A questo punto mettete in forno caldo per pochissimi secondi, o almeno finché la pasta non si gonfierà formando un palloncino. Infilzate allora questo rigonfiamento e tagliatelo in modo da ricavare due sfoglie.

Seguite il procedimento per ciascun panetto e, quando avrete finito, rimettete in forno tutte le sfoglie ottenute per alcuni minuti, giusto il tempo necessario a farle asciugare e renderle croccanti.

Il pane carasau si ottiene mediante due fasi di cottura in forno.
La prima, che va realizzata regolando la temperatura al massimo (o quasi) per una manciata di secondi o poco più di un minuto, è necessaria per causare il rigonfiamento del disco.
La seconda fase va invece realizzata a 180°C per circa 7-8 minuti, finché il pane non risulterà sufficientemente asciutto.
Questa doppia cottura, oltre a renderlo squisito, permette una più lunga conservazione.
Potete condire la fetta di pane carasau con dell’olio e un pizzico di sale.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 509.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 138 STATI E 1026 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 31 maggio 2019)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.