Rimborso bollette a 28 giorni

by • 8 novembre 2019 • In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su Rimborso bollette a 28 giorni142

Dopo l’ok del Consiglio di Stato, i clienti Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb, che hanno avuto una fatturazione a 28 giorni, hanno senza alcun dubbio diritto ai rimborsi automatici per quanto pagato in più. È stata infatti stabilita la liceità della Delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni n. 269/18/Cons.
Si scrive così la parola fine su una questione durata più di due anni, da quando cioè le compagnie telefoniche, nessuna esclusa, tra il 2016 e il 2017 avevano cambiato il modello di fatturazione, passando da quello mensile a uno a 28 giorni, guadagnando quindi 2-3 giorni al mese e alzando il costo finale per l’utente in maniera automatica. Negli ultimi mesi, gran parte delle compagnie hanno fatto diverse proposte ai clienti per restituire il pregresso sotto forma di servizi compensativi, come ad esempio un aumento dei giga per la connessione Internet o di minuti aggiuntivi nel traffico voce. Ma il Consiglio di Stato ha fatto chiarezza: i clienti che hanno avuto una fatturazione a 28 giorni hanno diritto ai rimborsi automatici.

«Fino a ora le aziende di telefonia si sono preoccupate di proporre ai propri clienti soluzioni alternative ai rimborsi», spiega Adiconsum, l’Associazione Difesa Consumatori e Ambiente, «con offerte di prodotti e servizi gratuiti, attraverso facili adesioni, riservando, invece, procedure più complesse per recuperare sulle bollette successive quanto ingiustamente pagato».
Per venire in contro ai consumatori, Adiconsum ha attivato un servizio online: sul suo sito è infatti presente un modulo da compilare per richiedere il rimborso all’azienda, se non lo si è mai fatto, dando così mandato ad Adiconsum a operare per conto del singolo consumatore. L’associazione provvederà a raccogliere le domande e a inviarle ogni 15 giorni (il 15 e il 30 di ogni mese) alle aziende telefoniche corrispondenti, affinché procedano con i rimborsi.

I clienti di rete fissa Tim (attivi da prima del 31 marzo 2018), con fatturazione a 28 giorni, già da settembre hanno potuto chiedere il rimborso dei giorni erosi come previsto dalla delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Fino a oggi era infatti possibile farlo contattando gratuitamente il Servizio Clienti linea fissa al numero 187. Da novembre, però, è possibile compilare la richiesta di rimborso anche accedendo all’Area Web MyTim.
Sul sito di Tim viene ricordato che il rimborso è riconosciuto anche ai clienti che abbiano cessato di usufruire del servizio di rete fissa nell’arco di tempo tra il 23 giugno 2017 e il 31 marzo 2018.

Anche Vodafone sul suo sito ha predisposto il modulo per la richiesta di restituzione dei giorni erosi. I clienti possono effettuare la richiesta compilando i campi a questo link.

Anche Fastweb, oltre alle misure di compensazione alternative che propone ai clienti, ha previsto sul proprio sito un modulo per richiedere la restituzione dei giorni erosi. Basta collegarsi alla propria pagina «My Fastweb» e inviare l’apposita richiesta.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 509.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 138 STATI E 1026 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 31 maggio 2019)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.