COSTA PARADISO: LA ZONA DEL SILENZIO

by • 26 ottobre 2020 • Dentro la notizia, ARCHIVIO DENTRO LA NOTIZIA, In evidenza, NOTIZIE DAL VILLAGGIOComments (1)1821

Il 13 aprile 2013 l’organo amministrativo di Costa Paradiso (C.d.A.) era il seguente:
Ferdinando Mulas, allora vicepresidente, si dimise dopo circa un anno. La sua carica fu successivamente ricoperta dall’allora consigliere Gianni Monterosso, oggi presidente del C.d.A. uscente.

In buona sostanza Gianni Monterosso da oltre 7 anni è seduto su uno scranno del consiglio di amministrazione di Costa Paradiso: consigliere nel 2013, vicepresidente nel 2014, presidente nel 2019 succeduto al compianto Ferdinando Buffoni.

Ferdinando Mulas sullo scranno è seduto da circa 5 anni.
Il 19 maggio del 2014 Mulas rilasciò un’intervista a questa redazione spiegando il motivo delle sue dimissioni.
(vedi l’intervista)

Nell’intervista di circa 6 minuti, Ferdinando Mulas dice di arrendersi all’evidenza constatando l’impossibilità di portare il suo contributo di idee e la possibilità di incidere su una linea d’azione improntata al cambiamento nell’attività del consiglio di amministrazione.

Ferdinando Mulas afferma che la situazione verificatasi nel C.d.A. non tutela gli interessi dei partecipanti, anzi, va in danno dei partecipanti stessi e spera che il C.d.A. superstite prenda consapevolezza della gravità della situazione, e faccia una scelta responsabile presentandosi come dimissionario alla prossima assemblea rimettendo il proprio mandato.

Le accuse di Ferdinando Mulas sono rivolte a tutti i componenti dell’allora C.d.A. incluso l’attuale presidente Gianni Monterosso.

La redazione di Costa Paradiso News, in considerazione al fatto che non si sono verificate dimissioni nell’organo amministrativo in carica di Costa Paradiso, INVITA il vicepresidente Ferdinando Mulas al rilascio di una nuova intervista, al fine di rassicurare i Proprietari/Partecipanti in merito alla linea d’azione improntata al cambiamento nell’attività del consiglio di amministrazione e al suo contributo di idee apportato in tutti questi anni.

In particolare qual’è stato il suo contributo sui seguenti argomenti :
link “SITUAZIONE FINANZIARIA DELLA COMUNITÀ”, OTTO MESI DI BUIO TOTALE

link “DICHIARARE CONCLUSO IL CICLO DI VITA DELLA COMUNITÀ”

“link SALVAGUARDARE E TUTELARE L’AMBIENTE NATURALE DEL TERRITORIO”
– GIANNI MONTEROSSO CONDANNATO PER INQUINAMENTO AMBIENTALE;
– Una discarica di rifiuti speciali scoperta dai carabinieri del Noe di Sassari;
– Sequestro preventivo di terreni a Costa Paradiso del Corpo Forestale.

“link DI NON FORNIRE COMUNICAZIONI UFFICIALI DEL C.d.A. AGLI ALTRI BLOG”

In attesa di un cenno di adesione.

Redazione Costa Paradiso News
“La Voce della Nostra Comunità”
26 ottobre 2020 alle 9:47

PDF INVITO AL RILASCIO DI UNA NUOVA INTERVISTA

_______________________________________________________________


Link : “OTTO MESI DI BUIO TOTALE”

_______________________________________________________________


ULTIMO TANGO A COSTA PARADISO

_______________________________________________________________


GIANNI MONTEROSSO CONDANNATO PER INQUINAMENTO AMBIENTALE

_______________________________________________________________


INDIFENDIBILE COMMENTO DEL C.d.A. SUL DECRETO DEL TAR 11.07.2020

_______________________________________________________________


DECRETO TAR DEL 11.07.20: LEGITTIMO IL PERMESSO RILASCIATO PER LAVORI FOGNATURA

_______________________________________________________________


RIPRESI GLI SCAVI PER IL COMPLETAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE FOGNARIE

_______________________________________________________________


QUALE SARÀ IL FUTURO DI COSTA PARADISO ?

_______________________________________________________________


COSTA PARADISO, IL C.d.A. E LE TASCHE VUOTE

_______________________________________________________________
 

COSTA PARADISO, INAMMISSIBILE SPRECO DI ACQUA

______________________________________________________________


Il SINDACO DI TRINITÀ CHIEDE AL C.d.A. LA RIDUZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE COMUNITARIE

_______________________________________________________________


IL TESORIERE COMUNICA CHE LA SITUAZIONE FINANZIARIA NON È ROSEA
_______________________________________________________________


DENUNCIATE PER SCARICO ABUSIVO LE ABITAZIONI DEI MEMBRI DEL CDA
________________________________________________________________


LA MOROSITÀ DEI PARTECIPANTI É DI € 1.307.000 AL 31.12.2019

________________________________________________________________

IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L’ATTUAZIONE DEL PRIMO STRALCIO FOGNARIO

________________________________________________________________

IL COMUNE SFIDUCIA IL C.d.A. DI COSTA PARADISO
________________________________________________________________

LA CRISI DEL C.D.A. CON L’ ENTE LOCALE, TENEBRE SU TENEBRE
________________________________________________________________

PIÙ PROPRIETARI DIFFIDANO IL CDA PER GRAVI INADEMPIENZE

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

One Response to COSTA PARADISO: LA ZONA DEL SILENZIO

  1. COSTA PARADISO: LA ZONA DEL SILENZIO ha detto:

    Il 13 aprile 2013 l’organo amministrativo di Costa Paradiso (C.d.A.) era il seguente:
    Ferdinando Mulas, allora vicepresidente, si dimise dopo circa un anno. La sua carica fu successivamente ricoperta dall’allora consigliere Gianni Monterosso, oggi presidente del C.d.A. uscente.

    In buona sostanza Gianni Monterosso da oltre 7 anni è seduto su uno scranno del consiglio di amministrazione di Costa Paradiso: consigliere nel 2013, vicepresidente nel 2014, presidente nel 2019 succeduto al compianto Ferdinando Buffoni.

    Ferdinando Mulas sullo scranno è seduto da circa 5 anni.
    Il 19 maggio del 2014 Mulas rilasciò un’intervista a questa redazione spiegando il motivo delle sue dimissioni.
    (vedi l’intervista)

    Nell’intervista di circa 6 minuti, Ferdinando Mulas dice di arrendersi all’evidenza constatando l’impossibilità di portare il suo contributo di idee e la possibilità di incidere su una linea d’azione improntata al cambiamento nell’attività del consiglio di amministrazione.

    Ferdinando Mulas afferma che la situazione verificatasi nel C.d.A. non tutela gli interessi dei partecipanti, anzi, va in danno dei partecipanti stessi e spera che il C.d.A. superstite prenda consapevolezza della gravità della situazione, e faccia una scelta responsabile presentandosi come dimissionario alla prossima assemblea rimettendo il proprio mandato.

    Le accuse di Ferdinando Mulas sono rivolte a tutti i componenti dell’allora C.d.A. incluso l’attuale presidente Gianni Monterosso.

    La redazione di Costa Paradiso News, in considerazione al fatto che non si sono verificate dimissioni nell’organo amministrativo in carica di Costa Paradiso, INVITA il vicepresidente Ferdinando Mulas al rilascio di una nuova intervista, al fine di rassicurare i Proprietari/Partecipanti in merito alla linea d’azione improntata al cambiamento nell’attività del consiglio di amministrazione e al suo contributo di idee apportato in tutti questi anni.

    In particolare qual’è stato il suo contributo sui seguenti argomenti :
    link “SITUAZIONE FINANZIARIA DELLA COMUNITÀ”, OTTO MESI DI BUIO TOTALE

    link “DICHIARARE CONCLUSO IL CICLO DI VITA DELLA COMUNITÀ”

    “link SALVAGUARDARE E TUTELARE L’AMBIENTE NATURALE DEL TERRITORIO”
    – GIANNI MONTEROSSO CONDANNATO PER INQUINAMENTO AMBIENTALE;
    – Una discarica di rifiuti speciali scoperta dai carabinieri del Noe di Sassari;
    – Sequestro preventivo di terreni a Costa Paradiso del Corpo Forestale.

    “link DI NON FORNIRE COMUNICAZIONI UFFICIALI DEL C.d.A. AGLI ALTRI BLOG”

    In attesa di un cenno di adesione.

    Redazione Costa Paradiso News
    “La Voce della Nostra Comunità”
    26 ottobre 2020 alle 9:47

    PDF INVITO AL RILASCIO DI UNA NUOVA INTERVISTA

    _______________________________________________________________


    Link : “OTTO MESI DI BUIO TOTALE”

    _______________________________________________________________


    ULTIMO TANGO A COSTA PARADISO

    _______________________________________________________________


    GIANNI MONTEROSSO CONDANNATO PER INQUINAMENTO AMBIENTALE

    _______________________________________________________________


    INDIFENDIBILE COMMENTO DEL C.d.A. SUL DECRETO DEL TAR 11.07.2020

    _______________________________________________________________


    DECRETO TAR DEL 11.07.20: LEGITTIMO IL PERMESSO RILASCIATO PER LAVORI FOGNATURA

    _______________________________________________________________


    RIPRESI GLI SCAVI PER IL COMPLETAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE FOGNARIE

    _______________________________________________________________


    QUALE SARÀ IL FUTURO DI COSTA PARADISO ?

    _______________________________________________________________


    COSTA PARADISO, IL C.d.A. E LE TASCHE VUOTE

    _______________________________________________________________
     

    COSTA PARADISO, INAMMISSIBILE SPRECO DI ACQUA

    ______________________________________________________________


    Il SINDACO DI TRINITÀ CHIEDE AL C.d.A. LA RIDUZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE COMUNITARIE

    _______________________________________________________________


    IL TESORIERE COMUNICA CHE LA SITUAZIONE FINANZIARIA NON È ROSEA
    _______________________________________________________________


    DENUNCIATE PER SCARICO ABUSIVO LE ABITAZIONI DEI MEMBRI DEL CDA
    ________________________________________________________________


    LA MOROSITÀ DEI PARTECIPANTI É DI € 1.307.000 AL 31.12.2019

    ________________________________________________________________

    IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L’ATTUAZIONE DEL PRIMO STRALCIO FOGNARIO

    ________________________________________________________________

    IL COMUNE SFIDUCIA IL C.d.A. DI COSTA PARADISO
    ________________________________________________________________

    LA CRISI DEL C.D.A. CON L’ ENTE LOCALE, TENEBRE SU TENEBRE
    ________________________________________________________________

    PIÙ PROPRIETARI DIFFIDANO IL CDA PER GRAVI INADEMPIENZE

    ________________________________________________________________
    schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
    COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *