Il Qatar lascerà l’Opec

by • 6 dicembre 2018 • ESTERI, Visualizza in HomeCommenti disabilitati su Il Qatar lascerà l’Opec25

Il Qatar annuncia che da gennaio 2019 lascerà l’Opec, l’Organizzazione dei Paesi produttori di petrolio che dagli Anni Sessanta ha condizionato e cercato di regolare il mercato degli idrocarburi. L’annuncio è stato dato dal ministro dell’Energia Saad Sherida al-Kaabi. Il Qatar faceva pare dell’organizzazione fin dal 1961. La decisione fa parte del piano strategico per rafforzare l’economia dell’Emirato, sottoposto dal 5 giugno 2017 a un blocco commerciale da parte di Arabia Saudita, Egitto, Bahrein ed Emirati arabi uniti.

Al-Kaabi, ministro dell’energia, ha spiegato che con l’uscita dall’Opec il Qatar potrà sviluppare senza vincoli la sua industria del gas. L’Emirato ha riserve fra le più grandi del mondo, assieme a Iran e Russia, per valore stimato in 45 mila miliardi di dollari. E’ già il primo esportatore al mondo per quanto riguarda il metano liquefatto e ora vuole mettere a frutto questo tesoro a ritmi più serrati. La produzione di petrolio è invece limitata.

L’Opec si riunirà il 6 e 7 dicembre a Vienna per trovare un accordo sui tagli alla produzione necessari per sostenere in corso del greggio. Il prezzo del barile Brent è crollato da 80 a 60 dollari dopo che gli Stati Uniti hanno annunciato esenzioni per otto Paesi importatori di petrolio dall’Iran. Le sanzioni sono così risultate meno incisive e la temuta sottrazione di 2 milioni di barili dal mercato è stata rinviata di almeno sei mesi. Di qui la necessità di ridurre le estrazioni da parte degli altri Paesi produttori.

Il Qatar vede però ormai il suo futuro al di fuori dell’Opec, dominato dall’Arabia Saudita, il maggior produttore dell’organizzazione con oltre 11 milioni di barili al giorno. Riad punta sull’accordo con la Russia, altro grande esportatore ma al di fuori dell’Opec. Con soli 2,6 milioni di abitanti, di cui soltanto 300 mila con cittadinanza, l’Emirato conta sulle sue sterminate riserve di gas, da usare con la massima libertà, per superare la crisi ed emergere con nuova piccola potenza del Golfo.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 450.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 132 STATI E 968 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 10 gennaio 2018)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.