IL SINDACO DI TRINITÀ ACQUISIRÀ LE OPERE DI URBANIZZAZIONE SOLO SE OBBLIGATO DAL TAR

by • 25 febbraio 2019 • ARCHIVIO DENTRO LA NOTIZIA, In evidenza, NOTIZIE DAL VILLAGGIOComments (1)1448

Un braccio di ferro tra il Comune di Trinità e il C.d.A. espone il villaggio di Costa Paradiso al rischio della chiusura per motivi sanitari o per danni all’ambiente.

La Comunità ha ottenuto a fatica, circa 3 anni fa, un permesso allo scarico per l’attuale depuratore in vista di un imminente inizio delle opere del progetto di ampliamento dell’attuale rete fognaria. Tale permesso, scade a settembre 2019 e si suppone che non sarà rinnovato se, alla data di scadenza, le opere non saranno, nel frattempo, iniziate.
È essenziale avviare la realizzazione almeno del primo lotto del progetto Savi prima del mese di settembre 2019, per scongiurarne la scadenza, ma anche per evitare eventuali rischi di chiusura di Costa Paradiso per danni ambientali.

Giampiero Carta, sindaco di Trinità d’Agultu e Vignola, ha rilasciato un’ intervista alla Nuova Sardegna confermando che non acquisirà le opere di urbanizzazione se non obbligato (per esempio dal Tar).

Il 4 febbraio 2019 il TAR ha pronunciato un’ordinanza (PDF) rinviando l’ulteriore trattazione del ricorso al 13 novembre 2019, in buona sostanza dopo la scadenza del permesso allo scarico ottenuto circa 3 anni fa.

La comunicazione del sindaco di Trinità d’Agultu, inviata al C.d.A., e a tutti i proprietari della Comunità di Costa Paradiso, è perentoria e non lascia dubbi : “…chi non è allacciato alla rete fognaria è fuori norma e passibile di sanzioni penali per inquinamento, e amministrative con multe da 6.000 a 60.000 euro

L’ENTE COMUNALE RICORRE AL TRIBUNALE PER REVOCARE L’INTERO C.d.A.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 450.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 132 STATI E 968 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 10 gennaio 2018)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

One Response to IL SINDACO DI TRINITÀ ACQUISIRÀ LE OPERE DI URBANIZZAZIONE SOLO SE OBBLIGATO DAL TAR

  1. IL SINDACO DI TRINITÀ ACQUISIRÀ LE OPERE DI URBANIZZAZIONE SOLO SE OBBLIGATO DAL TAR ha detto:

    Un braccio di ferro tra il Comune di Trinità e il C.d.A. espone il villaggio di Costa Paradiso al rischio della chiusura per motivi sanitari o per danni all’ambiente.

    La Comunità ha ottenuto a fatica, circa 3 anni fa, un permesso allo scarico per l’attuale depuratore in vista di un imminente inizio delle opere del progetto di ampliamento dell’attuale rete fognaria. Tale permesso, scade a settembre 2019 e si suppone che non sarà rinnovato se, alla data di scadenza, le opere non saranno, nel frattempo, iniziate.
    È essenziale avviare la realizzazione almeno del primo lotto del progetto Savi prima del mese di settembre 2019, per scongiurarne la scadenza, ma anche per evitare eventuali rischi di chiusura di Costa Paradiso per danni ambientali.

    Giampiero Carta, sindaco di Trinità d’Agultu e Vignola, ha rilasciato un’ intervista alla Nuova Sardegna confermando che non acquisirà le opere di urbanizzazione se non obbligato (per esempio dal Tar).

    Il 4 febbraio 2019 il TAR ha pronunciato un’ordinanza (PDF) rinviando l’ulteriore trattazione del ricorso al 13 novembre 2019, in buona sostanza dopo la scadenza del permesso allo scarico ottenuto circa 3 anni fa.

    La comunicazione del sindaco di Trinità d’Agultu, inviata al C.d.A., e a tutti i proprietari della Comunità di Costa Paradiso, è perentoria e non lascia dubbi : “…chi non è allacciato alla rete fognaria è fuori norma e passibile di sanzioni penali per inquinamento, e amministrative con multe da 6.000 a 60.000 euro

    ________________________________________________________________

Rispondi a IL SINDACO DI TRINITÀ ACQUISIRÀ LE OPERE DI URBANIZZAZIONE SOLO SE OBBLIGATO DAL TAR Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *