La cultura dell’apparenza, un grande inganno

by • 15 marzo 2019 • In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su La cultura dell’apparenza, un grande inganno109

Cenere. Si ridurranno a questo il denaro, la carriera, l’aspetto esteriore, i passatempi, e tutte quelle cose per cui spendiamo con foga, giorno dopo giorno, la vita. Cenere. «La cultura dell’apparenza, oggi dominante, che induce a vivere per le cose che passano, è un grande inganno», dice infatti il Papa celebrando la messa per il Mercoledì delle Ceneri, che dà avvio al tempo della Quaresima, nell’antica Basilica romana di Santa Sabina.

Nella sua omelia, che precede il rito di imposizione delle ceneri sul capo, il primo a riceverle è lo stesso Pontefice per mano del cardinale slovacco Jozef Tomko, titolare della Basilica, Bergoglio esorta a ritrovare «la rotta della vita», liberandosi «dai tentacoli del consumismo e dai lacci dell’egoismo, dal voler sempre di più, dal non accontentarci mai, dal cuore chiuso ai bisogni del povero».

È ciò che avviene quando si vive per «i beni e il benessere», per il successo, il potere. «Se viviamo per loro, diventeranno idoli che ci usano, sirene che ci incantano e poi ci mandano alla deriva», mette in guardia il Papa. Rilancia allora il «messaggio breve e accorato» che Dio rivolge a tutti i credenti a inizio Quaresima: «Ritornate a me».

«Ritornare. Se dobbiamo ritornare, vuol dire che siamo andati altrove», commenta il Papa. «La Quaresima è il tempo per ritrovare la rotta della vita. Perché nel percorso della vita, come in ogni cammino, ciò che davvero conta è non perdere di vista la meta. Quando invece nel viaggio quel che interessa è guardare il paesaggio o fermarsi a mangiare, non si va lontano. Ognuno di noi può chiedersi: nel cammino della vita, cerco la rotta? O mi accontento di vivere alla giornata, pensando solo a star bene, a risolvere qualche problema e a divertirmi un po’? Qual è la rotta? Forse la ricerca della salute, che tanti oggi dicono venire prima di tutto ma che prima o poi passerà? Forse i beni e il benessere?».

«Non siamo al mondo per questo», afferma il Papa. Bisogna «ritornare» al Signore: è Lui «la meta del nostro viaggio nel mondo». Per ritrovarla la Chiesa offre un segno, la cenere in testa, «che ci fa pensare a che cosa abbiamo in testa: i nostri pensieri inseguono spesso cose passeggere, che vanno e vengono. Il lieve strato di cenere che riceveremo è per dirci, con delicatezza e verità: di tante cose che hai per la testa, dietro cui ogni giorno corri e ti affanni, non resterà nulla. Per quanto ti affatichi, dalla vita non porterai con te alcuna ricchezza. Le realtà terrene svaniscono, come polvere al vento».

Tutto passa: «I beni sono provvisori, il potere passa, il successo tramonta», assicura il Vescovo di Roma. La Quaresima è dunque un tempo «per liberarci dall’illusione di vivere inseguendo la polvere»; aiuta a riscoprire che siamo fatti «per l’eternità del Cielo, non per l’inganno della terra».

È, in sostanza, un «viaggio di ritorno all’essenziale», annota il Papa, da percorrere «senza ipocrisia» e «senza finzioni». Tre sono le armi da portare in questo itinerario: la preghiera, l’elemosina e il digiuno. La preghiera porta a guardare «verso l’Alto» per liberarsi «da una vita orizzontale, piatta, dove si trova tempo per l’io ma si dimentica Dio»; la carità conduce «verso l’altro», perché «libera dalla vanità dell’avere, dal pensare che le cose vanno bene se vanno bene a me». Il digiuno, invece, «invita a guardarci dentro» e «libera dagli attaccamenti alle cose, dalla mondanità che anestetizza il cuore».

È così che possiamo liberare il cuore che, dice il Papa, è «come una bussola in cerca di orientamento» o «una calamita che ha bisogno di attaccarsi a qualcosa». «Ma se si attacca solo alle cose terrene, prima o poi ne diventa schiavo».

Papa Francesco conclude con un invito mirato, quello di fissare lo sguardo sul Crocifisso: «La povertà del legno, il silenzio del Signore, la sua spogliazione per amore ci mostrano la necessità di una vita più semplice, libera dai troppi affanni per le cose. Gesù dalla croce ci insegna il coraggio forte della rinuncia. Perché carichi di pesi ingombranti non andremo mai avanti». Gesù, prosegue, «ci chiama a una vita infuocata di Lui, che non si perde tra le ceneri del mondo; una vita che brucia di carità e non si spegne nella mediocrità».

Nel corso della celebrazione ha avuto luogo il rito di benedizione e imposizione delle Ceneri, ricavate dalla bruciatura dei rami degli alberi d’ulivo, conservati dalla Domenica delle Palme dello scorso anno. Dopo averle ricevute per primo, Papa Francesco le ha imposte a cardinali, vescovi, religiosi e religiose, monaci benedettini e fedeli presenti alla messa.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 450.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 132 STATI E 968 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 10 gennaio 2018)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.