Pensione di cittadinanza

by • 28 settembre 2018 • In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su Pensione di cittadinanza617

Tra le ipotesi di cui si discute sul fronte della previdenza c’è la pensione di cittadinanza. Vediamo chi sono i potenziali beneficiari.

Per capire chi sono coloro che potrebbero beneficiare della pensione di cittadinanza è opportuno partire dal calcolo delle pensioni attive al 31 dicembre del 2016 (ultimo dato disponibile Inps) e dalla distribuzione dei pensionati in base all’importo dell’assegno mensile.

Ebbene, il calcolo delle pensioni attive al 31 dicembre del 2016 vede poco meno di 23 milioni di assegni versati a 16,1 milioni di persone, con un importo medio di 12.297 euro l’anno. Per quanto riguarda la distribuzione dei pensionati in base all’importo dell’assegno mensile: il 12,6% ha una pensione inferiore a 500 euro, il 26,4% tra 500 e 1.000 euro, il 21,1% tra 1.000 e 1.500, il 17,3% tra 1.500 e 2.000 euro, il 10,3% tra 2.000 e 2.500, il 5,3% tra 2.500 e 3.000 e il 6,9% dai 3.000 euro in su.

I potenziali beneficiari della pensione di cittadinanza, che vedrebbero integrato il proprio assegno per raggiungere quota 780 euro, sono i 2 milioni di pensionati che appartengono alla fascia più bassa e una parte dei 4,24 milioni che hanno una pensione mensile compresa tra 500 e 1.000 euro, quelli che non arrivano a 780 e che dalle statistiche pubblicate dall’Inps non si riescono a quantificare con precisione. Secondo il database dell’Istat, i pensionati con assegno tra 500 e 750 euro al mese, sono 2,5 milioni. Ad essere interessati, dunque, in totale sarebbero almeno 4,5 milioni di persone.

Nelle classi di reddito più basse ci sono soprattutto le pensioni di tipo assistenziale, ossia quei sussidi per le persone più disagiate per motivi economici o fisici e le pensioni ai superstiti. I beneficiari di prestazioni assistenziali sono in totale 3,5 milioni e si concentrano per un milione nella classe di reddito più bassa e poco meno di 800.000 tra 500 e 1.000 euro.

Per quanto riguarda il livello geografico, gli importi più bassi sono quelli percepiti dai pensionati delle regioni meridionali e delle isole: nel Mezzogiorno il numero di pensionati con redditi sotto i 1.000 euro rappresenta quasi la metà (48%) del totale, mentre nelle altre aree geografiche sono presenti per il 32% e il 36% al Nord e al Centro. Quelli fino a 500 euro al Sud e nelle isole sono il 15,5% dei pensionati, una percentuale quasi doppia rispetto al 7,9% del Nord. Le pensioni più basse riguardano più le donne degli uomini: tra le prime il 13,6% ha un assegno inferiore a 500 euro, contro l’11,5% dei maschi; nella fascia tra i 500 e i 1.000 euro, poi, si concentra oltre un terzo delle donne (33,9 per cento) rispetto al 18,1% degli uomini.

In merito, infine, al possibile costo dell’introduzione della pensione di cittadinanza, considerando solo l’integrazione dei 2 milioni di pensionati che non superano i 500 euro mensili, le stime parlano di un costo aggiuntivo di 13,8 miliardi. La spesa attuale per questa platea è di 6,9 miliardi: portando tutti a 780 euro al mese per 13 mensilità, si toccherebbe una spesa complessiva di 20,7 miliardi di euro. Considerano invece solo i pensionati over 65 con assegno pensionistico inferiore a 780 euro, quindi una platea di 3,4 milioni di persone, l’adeguamento all’assegno minimo costerebbe almeno 4,2 miliardi di euro in più.

L’idea del M5S è quella di recuperare una parte dei fondi per coprire la spesa dal taglio delle pensioni d’oro.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 450.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 132 STATI E 968 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 10 gennaio 2018)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.