Sconto del 25% su IMU e TASI se l’affitto è a canone concordato

by • 21 giugno 2019 • ECONOMIA, In evidenzaCommenti disabilitati su Sconto del 25% su IMU e TASI se l’affitto è a canone concordato103

Risparmia il 25% di IMU e TASI per gli immobili dati in locazione a canone concordato.
La buona nuova è che l’articolo 1 della Legge 208/2015 al comma 53 e 54 ti consente di pagare solo il 75% dell’IMU e della TASI per gli appartamenti in locazione a canone concordato. Entrambe i tributi sono calcolati mediante le rispettive aliquote Comunali.

I Benefici
I benefici della legge 208/2015 sono maggiori di quelli validi nel caso dell’IRPEF.
L’unica condizione per godere di una riduzione del 25% su IMU e TASI è l’aver concluso un contratto di locazione a canone concordato.

Non è necessario che:
l’immobile che hai concesso in locazione sia usato dall’inquilino come abitazione principale
l’appartamento che hai dato in locazione si trovi in un Comune ad alta tensione abitativa
E’ sufficiente il contratto a canone concordato. Ricorda però che il contratto va sempre stipulato secondo gli accordi locali tra le organizzazioni degli inquilini, e quelle dei proprietari. Puoi fare riferimento alla Legge 431/1998, e più precisamente all’articolo 2, comma 3.

Chi Gode della Riduzione
Beneficiano di queste riduzioni i proprietari, che scelgono di stipulare un contratto:

ad uso abitativo
ad uso transitorio
per studenti universitari

I Contratti a Canone Concordato
I contratti a canone concordato sono diversi dai contratti a canone libero: il canone di locazione è fissato a livello locale. Gli accordi locali determinano anche la durata del contratto, le modalità del rinnovo, l’aggiornamento dell’ISTAT, le modalità di rescissione e le norme riguardanti gli oneri accessori.

Gli Accordi Territoriali
Gli accordi territoriali sono i documenti che stabiliscono i livelli minimi e massimi del canone di locazione. Di norma le fasce minime e massime variano in base alla zona in cui è situato l’immobile. All’interno di ciascuna zona esistono sottofasce di canone, stabilite in base alla tipologia ed alle dotazioni dell’immobile. Puoi trovare gli accordi territoriali sul sito internet del Comune di ubicazione del tuo immobile.

In Mancanza di accordi territoriali
Se il tuo appartamento si trova in un Comune dove l’accordo territoriale non esiste, puoi fare riferimento all’accordo territoriale vigente nel Comune di minore distanza territoriale, e più omogeneo demograficamente. La norma di riferimento è il decreto interministeriale del 14 luglio 2004.

Per Chi Possiede Immobili Storico-Artistici
In un incontro di Telefisco del gennaio 2016, il Dipartimento delle Finanze ha stabilito che la rendita degli appartamenti di valore storico-artistico concessi in comodato va moltiplicata per il 75%. La rendita è già ridotta del 50%, dato il valore di questi immobili. Ricorda che questa regola non è valida per gli immobili iscritti nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9.

Per Chi Possiede Immobili di Lusso
La riduzione dell’IMU e della TASI non è valida per i proprietari di case di lusso. Chi possiede una casa signorile, una villa o un castello iscritti nelle categorie catastali A/1, A/8 oppure A/9 nel 2018 continuerà a pagare l’IMU, anche se con un’aliquota al 4 per mille.

Per i Proprietari dei Villini
Ottime nuove anche per i proprietari di abitazioni in villini iscritti al catasto nella categoria A/7. Questa tipologia di abitazione è esente sia dall’IMU che dalla TASI. I villini sono fabbricati dalle caratteristiche architettoniche e dalle rifiniture tipiche delle abitazioni civili o economiche. Inoltre, devono essere dotati di aree esterne, quali un piccolo cortile o giardino, non accessibili a terzi.

Quale Aliquota Ridurre
Vari Comuni hanno stabilito due aliquote IMU:

– un’aliquota agevolata del 7,6 per mille, da applicare se l’alloggio costituisce l’abitazione principale dell’inquilino

– un’aliquota ordinaria del 10,6 per mille, da applicare se l’inquilino non ha stabilito la residenza presso l’immobile

La riduzione del 25% si applica ad entrambe le aliquote. Non è più necessario che il tuo inquilino stabilisca la residenza presso l’immobile che gli hai concesso in locazione. Potrai in ogni caso godere dello sconto del 25% sull’IMU.

Esenzione dal Pagamento della TASI
E’ esente dal pagamento della TASI l’inquilino che ha affittato un appartamento come abitazione principale. In passato, anche con l’affitto a canone concordato l’inquilino era tenuto a pagare una percentuale della TASI variabile dal 10 al 30%, mentre il proprietario dell’immobile era tenuto a corrispondere il resto dell’imposta.

La Dichiarazione IMU e TASI: Chi Deve Presentarla
Secondo il Ministero dell’Economia e delle Finanze, chiunque abbia registrato un contratto di locazione è tenuto a presentare le dichiarazione IMU e TASI.

In linea di massima chi ha registrato un contratto di locazione a partire dal 1 luglio 2010 è escluso dall’obbligo di presentare la dichiarazione IMU e TASI. Questa regola è stata introdotta poiché i Comuni non riescono a verificare se il contratto di locazione è stato stipulato a canone concordato. Il riferimento normativo è la Circolare MEF del 29 gennaio 2016.

Quando Presentare la Dichiarazione
La dichiarazione va presentata entro il 30 giugno, per tutti i tipi di immobile, inclusi i fabbricati concessi in uso a titolo gratuito. Anche se la dichiarazione è presentata in ritardo, si può continuare a godere della riduzione del 25% su IMU e TASI. Sarà necessario però pagare una sanzione di 50 Euro.

La sanzione può essere ridotta a 16,67 Euro se, entro 60 giorni dalla notifica dell’atto di contestazione, il contribuente non contesti la sanzione.

Recidiva sulle Sanzioni Attiva solo dal 2019
Le sanzioni sono aumentate per recidiva fino alla metà per chi, nei tre anni precedenti, ha commesso una violazione analoga. In precedenza l’aumento della sanzione per recidiva era discrezionale, mentre adesso è divenuto obbligatorio. E’ importante ricordare che l’aumento delle sanzioni si applica solo alle violazioni commesse a partire dal 2016. Di fatto, l’aumento della sanzione per recidiva si applicherà solo a partire dal 2019.

In Sintesi
Dare in locazione un immobile a canone concordato conviene, perché ti fa risparmiare il 25% di IMU e TASI. Basta che:

il tuo immobile si trovi in qualsiasi Comune d’Italia
il contratto sia stipulato secondo le regole vigenti

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 509.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 138 STATI E 1026 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 31 maggio 2019)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.