10 Paesi più indebitati con il FMI

by • 1 giugno 2024 • ECONOMIA, Visualizza in HomeCommenti disabilitati su 10 Paesi più indebitati con il FMI395

Istituito nel 1944, il Fondo monetario internazionale (FMI) sostiene la crescita economica dei Paesi fornendo aiuti finanziari e indicazioni sulle politiche volte a migliorare la stabilità, la produttività e le opportunità di lavoro.

Le nazioni possono chiedere prestiti al FMI per affrontare le crisi economiche, stabilizzare le loro valute, attuare riforme strutturali e alleviare le difficoltà della bilancia dei pagamenti. Il ranking utilizza i dati del Fondo Monetario Internazionale sul credito totale in circolazione del FMI. Sono stati selezionati gli ultimi dati sul debito per ciascun Paese, aggiornati al 29 aprile 2024.

Il debito dell’Argentina nei confronti dell’FMI equivale al 5,3% del PIL del Paese. In totale, la nazione sudamericana possiede più di 32 miliardi di dollari di credito. Membro del G20 e grande esportatore di cereali, la storia del Paese con problemi di debito risale alla fine degli anni ‘90 del XIX secolo, quando andò in default dopo aver contratto debiti per modernizzare la capitale, Buenos Aires. È già stato salvato più di 20 volte negli ultimi sei decenni dall’FMI.

Cinque dei dieci Paesi più indebitati si trovano in Africa, mentre tre sono in Sud America. Unico Paese europeo sulla lista, l’Ucraina ha fatto affidamento sul sostegno internazionale nel conflitto con la Russia. Si stima che l’invasione su vasta scala da parte della Russia abbia causato la perdita di un terzo dell’economia del paese. Il paese deve 9 miliardi di dollari all’FMI.

In totale, quasi 100 Paesi hanno debiti nei confronti dell’FMI e il totale complessivo di tutti questi debiti ammonta a 111 miliardi di dollari. Le nazioni sopra indicate (le prime 10) rappresentano circa il 69% di questi debiti.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 700mila VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 160 STATI E 1200 LOCALITÀ ITALIANE
(Google analytics 02 gennaio 2024)


_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

Pin It

Comments are closed.