La Chiesa non è un partito politico

by • 3 dicembre 2020 • In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su La Chiesa non è un partito politico207

La Chiesa non è un «partito politico», un «mercato», una «ditta», una «associazione umanistica», un «club di amici». Così Papa Francesco all’udienza generale: «Delle volte, ha detto Jorge Mario Bergoglio, sento grande tristezza quando vedo qualche comunità che con buona volontà ma sbaglia la strada perché pensa di fare la Chiesa in raduni, come se fosse un partito politico, “la maggioranza, la minoranza, cosa pensa su questo e sull’altro, e questo è come un sinodo, una strada sinodale che dobbiamo fare”, ma io mi domando: ma dov’è la lo Spirito santo lì, dov’è la preghiera, dov’è l’amore comunitario, dov’è l’eucaristia?».

A partire dal libro degli Atti degli Apostoli, il Papa ha individuato quattro parametri che caratterizzavano la primitiva comunità di Gerusalemme e devono rimanere ancora oggi punti di riferimento per valutare la «ecclesialità»: «Erano perseveranti nell’insegnamento degli apostoli e nella comunione, nello spezzare il pane e nelle preghiere», scrive Luca. E «tutto ciò che nella Chiesa cresce fuori da queste “coordinate”», ha chiosato Francesco, «è privo di fondamenta: per discernere una situazione dobbiamo chiederci se in una situazione ci sono queste quattro coordinate: la predicazione, la ricerca costante della comunione fraterna, la carità, la frazione del pane e la preghiera: qualsiasi situazione deve essere valutata alla luce di queste quattro coordinate, quello che non rientra in queste coordinate è privo di ecclesialità, non è ecclesiale. La Chiesa non è un mercato, la Chiesa non è un gruppo di imprenditori che vanno avanti con questa impresa nuova, la Chiesa è opera dello Spirito santo che Gesù ci ha inviato per radunarci: la Chiesa è lavoro dello spirito nella comunità cristiana, nella vita comunitaria, nell’eucaristia, nella preghiera. Sempre. E tutto quello che cresce fuori di queste coordinate privo di fondamento, è come una casa costruita sulla sabbia».

«È Dio che fa la Chiesa, non il clamore delle opere», ha sottolineato il Pontefice argentino. «È la parola di Gesù che riempie di senso i nostri sforzi. È nell’umiltà che si costruisce il futuro del mondo. Delle volte – ha aggiunto – sento grande tristezza quando vedo qualche comunità che con buona volontà ma sbaglia la strada, perché pensa di fare la Chiesa in raduni come se fosse un partito politico, “la maggioranza, la minoranza, cosa pensa su questo e sull’altro, e questo è come un sinodo, una strada sinodale che dobbiamo fare”, ma io mi domando ma dove c’è la lo Spirito santo lì, dove c’è preghiera dove c’è l’amore comunitario c’è l’eucaristia? Senza queste quattro la Chiesa diventa una società umana, un partito politico, maggioranza minoranza, i cambiamenti si fanno come fosse una ditta, per maggioranza o minoranza, ma non c’è lo Spirito santo: la presenza dello Spirito è garantita da queste quattro coordinate. Per valutare una situazione, se una situazione è ecclesiale o non è ecclesiale, domandiamoci queste quattro coordinate, come si sviluppa la vita in queste quattro coordinate e se ma questo manca lo Spirito e se manco lo Spirito saremo una bella associazione umanistica, di beneficienza, bene bene, anche un partito, diciamo così, ecclesiale: ma non c’è la Chiesa».

Per questo, ha proseguito Francesco, «la Chiesa non può crescere per queste cose: cresce non per proselitismo come in qualsiasi ditta, cresce per attrazione, e chi muove l’attrazione? Lo Spirito santo. Non dimentichiamo mai questa parola di Benedetto XVI, la Chiesa non cresce per proselitismo ma per attrazione: se manca lo Spirito santo che attrae a Gesù ma non c’è la Chiesa, c’è un bel club di amici ma non c’è la Chiesa, non c’è sinodalità».

Per il Papa, «i membri della prima comunità, ma questo vale sempre, anche per noi oggi, percepiscono che la storia dell’incontro con Gesù non si è fermata al momento dell’Ascensione, ma continua nella loro vita. Raccontando ciò che ha detto e fatto il Signore, pregando per entrare in comunione con Lui, tutto diventa vivo. La preghiera infonde luce e calore: il dono dello Spirito fa nascere in loro il fervore». L’opera dello Spirito è «ricordare Gesù», e «i cristiani, camminando sui sentieri della missione, ricordano Gesù mentre lo rendono nuovamente presente».

Lo Spirito «anima ogni cosa» e «ogni cristiano che non ha paura di dedicare tempo alla preghiera può fare proprie le parole dell’apostolo Paolo: “Questa vita, che io vivo nel corpo, la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha consegnato se stesso per me”. La preghiera ti fa conscio di questo. Solo nel silenzio dell’adorazione si sperimenta tutta la verità di queste parole. E – ha concluso Papa Francesco – dobbiamo riprendere il senso dell’adorazione: adorare Dio, adorare Gesù, adorare lo Spirito, in silenzio, la preghiera di adorazione è la preghiera che ci fa riconoscere Dio come inizio e fine di tutta la storia. E questa preghiera è il fuoco vivo dello Spirito che dà forza alla testimonianza e alla missione».

A conclusione dell’udienza, il Pontefice ha ricordato il prossimo avvio dell’Avvento, a partire da domenica prossima, nel particolare contesto della pandemia: «Accompagnati dalla Madre di Gesù nel cammino verso il Natale, in questi tempi difficili per molti», ha detto, «sforziamoci di riscoprire la grande speranza e la gioia che ci dona la venuta del Figlio di Dio nel mondo».

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.