Putin parla di “incontro costruttivo”

by • 25 giugno 2021 • ESTERI, In evidenzaCommenti disabilitati su Putin parla di “incontro costruttivo”144

Alexej Navalny? “E allora Guantanamo, le persone che ogni giorno vengono uccise negli Stati Uniti, i civili uccisi in Iraq e Afghanistan, le torture anche nelle carceri europee?”. Quando l’inviato della Cnn gli chiede se nel colloquio con Joe Biden si sia impegnato a liberare il dissidente in carcere e non reprimere l’opposizione, si capisce che Vladimir Putin non ha intenzione di indietreggiare nemmeno di un millimetro su queste materie. Nella conferenza stampa al termine dello storico bilaterale con il presidente Usa a Ginevra, dopo aver acconsentito a “cooperare” sulla cybersecurity, sul clima, le tensioni nell’Artico, persino sull’Ucraina anche se con tanti freni, dopo aver accettato di avviare le consultazioni sul futuro del Trattato Start, il presidente russo rilancia invece sui diritti umani, rispetto delle minoranze, democrazia. “Quello che succede in Russia, succede anche negli altri paesi”. Non si arrende.

Ma questo non significa che l’incontro al vertice tra le due potenze rivali in terra neutra svizzera, durato in tutto due ore e mezza, sia andato male. Biden lascia Villa La Grange con il pollice alzato verso le telecamere. Putin parla di “incontro costruttivo” e racconta che “c’è l’accordo per il ritorno degli ambasciatori rispettivamente negli Stati Uniti e in Russia”. E già questa è un’intesa importante che mette fine alle tensioni scoppiate quando Biden, appena dopo l’insediamento alla Casa Bianca, rispose affermativamente alla domanda se Putin fosse un “killer”. Dunque Anatoly Antonov, il diplomatico russo richiamato in patria dopo l’incidente, potrà tornare a Washington. E così lo statunitense John Sullivan potrà tornare a Mosca. E i due si sono avvicinati anche sul tema dei cittadini Usa detenuti in Russia, “su questo punto potremo trovare un compromesso”, dice Putin. Sulla cybersecurity “avvieremo consultazioni”, continua il capo del Cremlino, dopo aver respinto le accuse che ci sia la Russia dietro gli attacchi hacker in occidente. “So dell’attacco al gasdotto statunitense, ma abbiamo gli stessi problemi in Russia…”.

Ma fin qui la disponibilità c’è tutta. Anzi c’è la decisione consapevole di voler cambiare i rapporti con gli Usa e con tutto l’Occidente. Con Biden, Putin dice di voler instaurare un rapporto “pragmatico, non di amicizia”, poi lo loda. “Quando mi ha chiamato” dopo la frase sul “killer”, “ho accettato le sue spiegazioni e abbiamo preparato l’incontro di oggi. Biden è uomo di esperienza, abbiamo avuto un faccia a faccia di due ore, non succede con tutti i leader che riesci ad avere una conversazione dettagliata”.

Ecco, ma la “conversazione” di Ginevra non sfonda quello che è un vero e proprio muro per Putin, l’argine sul quale il leader russo costruisce la propria identità di fronte al mondo e di fronte ai russi, il limite oltre il quale verrebbe offeso il suo orgoglio e il suo potere. Vale a dire, Navalny, l’opposizione, la dinamica democratica in Russia. Su questo nemmeno Biden passa.

“Quello che succede nei paesi è responsabilità della leadership politica – ribatte Putin a chi glielo chiede – anche negli Usa ogni giorno vengono uccise delle persone e non dite niente. E allora che dire dell’Afghanistan, chiaramente sono stati uccisi dei civili anche in Iraq: chi si prende la responsabilità? Guantanamo non l’hanno ancora chiusa. Nelle carceri anche europee si pratica la tortura: questo è rispetto dei diritti umani?”.

Il capo del Cremlino non arretra quando la stampa insiste, anzi sembra prenderci gusto. E a un certo addirittura va a pescare l’assalto a Capitol Hill nel giorno dell’insediamento di Biden: “La gente ha manifestato al Congresso con delle richieste politiche: oltre 400 sono stati denunciati, altri sono stati definiti terroristi, 30 sono ancora in carcere adesso e non si capisce con quali accuse, alcuni sono morti. In molto paesi succede quello che succede da noi”.

Quanto all’invasione russa in Ucraina, “vogliamo aiutare, agevolare gli accordi di Minsk: se l’Ucraina è disposta a farlo, lo faremo anche noi”, promette. Ma per ora, sottolinea, le proposte delle autorità ucraine sul Donbass non hanno nulla a che fare con gli accordi di Minsk. L’Ucraina “ha proposto come primo passo di riportare le Forze armate nei loro luoghi di dispiegamento permanente. Cosa significa? Che le truppe ucraine devono entrare nel Donbass”, spiega. “Hanno proposto di chiudere il confine tra Russia e Ucraina in quest’area. E terzo: tenere le elezioni tre mesi dopo questi due passaggi. Non è necessario essere un avvocato, non è necessario avere alcuna istruzione speciale per capire che questo non ha nulla a che fare con gli accordi di Minsk. Questo contraddice completamente gli accordi di Minsk”, puntualizza.

Di certo, l’incontro di Ginevra apre la strada ad una nuova fase nelle relazioni tra Washington e Mosca e, di conseguenza, tra l’Europa e tutto l’occidente e la Russia. Una fase di felicità? “Non c’è felicità nella vita”, è la risposta ‘dark’ di Putin. “C’è solo un miraggio all’orizzonte. Penso però di aver visto un lampo di speranza” negli occhi del presidente Usa.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 605.898 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 152 STATI E 1123 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 04 gennaio 2021)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.