Come rimediare all’Europa incompiuta

by • 9 gennaio 2021 • ECONOMIA, ESTERI, In evidenzaCommenti disabilitati su Come rimediare all’Europa incompiuta159

Non c’è più tempo da perdere, non possiamo più permetterci un’Europa incompiuta. Serve una nuova fase costituente, che indirizzi la Nuova Europa, formatasi dopo lo storico Consiglio dello scorso 10-11 dicembre, sulla necessaria visione federale e comunitaria sognata dai Padri fondatori, in opposizione alle regressioni nazionaliste e sovraniste ancora presenti nel Vecchio Continente, e all’anacronistica idea del rilancio del fallimentare modello intergovernativo che i sovranisti di casa nostra continuano ad avanzare.

Purtroppo, l’inizio della Conferenza sul futuro dell’Europa, che avrebbe dovuto segnare il cambio di passo in tal senso, in origine previsto per la prima metà del 2020, è stato rinviato sine die dallo scoppio della pandemia di Covid-19. Tuttavia, la grave crisi sanitaria e le sfide che l’UE sta tuttora affrontando, hanno reso ancor più evidente l’urgenza di iniziare un processo di riflessione costituzionale, “tout azimut”, che consenta all’Unione di avviare a soluzione le disfunzioni alla base del suo sistema di governance, da riformare una volta per tutte.

Necessita completare, finalmente, le quattro unioni ancora colpevolmente incomplete dell’Europa (la bancaria, la fiscale, l’economica e la politica), affinché il Vecchio Continente, lasciato definitivamente da parte lo spirito egemonico ed egoistico dell’asse franco-tedesco e dell’infausta passeggiata di Deauville (ottobre 2010) con la conseguente divisione della UE in insopportabili dualismi (frugali contro spendaccioni, formiche contro cicale, virtuosi e viziosi, protestanti e cattolici, Nord e Sud, l’Europa di chi fa i compiti a casa e chi no, del “sangue, sudore e lacrime”, del “debito come colpa”, ecc.).

Il Vecchio Continente deve dotarsi di quella struttura decisionale in grado di farlo competere con successo nell’economia e nella società della globalizzazione.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 602.518 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 151 STATI E 1123 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 15 dicembre 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.