GLI SCENARI POSSIBILI

by • 21 gennaio 2021 • In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su GLI SCENARI POSSIBILI231

1. CONTINUA IL CONTE BIS
Il primo degli scenari possibili (al momento quello meno probabile) allunga ancora la vita del governo giallorosso. Semplicemente, quello di Matteo Renzi si rivelerebbe un bluff, impedendo le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e consentendo alla maggioranza di procedere esattamente nella forma attuale. Scenario improbabile, soprattutto se si tiene conto dei toni elevati che la disputa tra il premier e l’ex rottmatore ha assunto nelle ultime ore.

2. IL RIMPASTO
Si tratta di una pratica antica, tutta italiana, degna della miglior Democrazia Cristiana. Concretamente, Italia Viva non aprirebbe a una vera e propria crisi, ma richiederebbe la sostituzione di alcuni ministri “pesanti”, e quindi di nuove poltrone. Si tratterebbe di un “patto di legislatura”: un accordo sottoscritto dai partiti che attualmente compongono la maggioranza per cercare di raggiungere il 2023, la naturale scadenza di questo mandato elettorale. Puro tatticismo all’italiana, che rimescolando le carte cercherebbe di fare contenti un po’ tutti, soprattutto in vista della gestione dei fondi del Next Gen Eu in arrivo già in primavera.

3. IL CONTE-TER E I RESPONSABILI
Al momento, la strada più probabile: preso atto delle dimissioni delle due ministre renziane, Conte presenterebbe le sue dimissioni, recandosi immediatamente al Colle. Qui sarebbe lo stesso Mattarella che, presa visione dell’ipotetica nuova lista di ministri per il nuovo governo, gli affiderebbe il compito di formarlo. In questo caso, però, l’incognita maggiore sarebbe il passaggio parlamentare. Conte dovrebbe riuscire a ottenere una nuova fiducia alle camere, con una nuova maggioranza in un Parlamento dai numeri risicati.

A questo punto, dando per scontato il mancato appoggio di Renzi, entrano in gioco i cosiddetti “responsabili”. Con questa parola si fa riferimento a dei parlamentari non ufficialmente appartenenti ai gruppi di maggioranza ma che eccezionalmente fornirebbero il loro appoggio a un eventuale nuovo governo.

4. GOVERNO DI UNITÀ NAZIONALE
Altra espressione ereditata dallo scorso secolo. Nel caso di una sconfitta parlamentare da parte di Giuseppe Conte, a un alto profilo tecnico o istituzionale verrebbe affidato il compito di mettersi alla ricerca di una maggioranza trasversale. Si tratterebbe di un governo “tutti dentro”, a cui verrebbe affidato il compito di traghettare il Paese fino al 2023, ma col gravoso compito di gestire la pandemia e soprattutto i circa 200 miliardi del Recovery Fund.

In allegato a questa ipotesi è ovviamente partito il totonomi, che vedrebbe in testa la presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartabia, o Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani (che Mattarella aveva individuato come possibile premier già nell’estate 2018 di fronte allo stallo seguito alle elezioni politiche).

5. ELEZIONI ANTICIPATE E IL SEMESTRE BIANCO
Si tratterebbe dello sbocco naturale di questo stallo, se non fossimo nel bel mezzo di una pandemia e con l’onere di gestire circa 200 miliardi di euro nel tentativo di costruire il futuro delle prossime generazioni.

L’iter prevedrebbe quindi ancora una volta la caduta del Conte Bis, ed elezioni indette in primavera. Non più tardi, in effetti, perché il 2022 è anche l’anno in cui dovrà essere eletto il prossimo Presidente della Repubblica, cosa che farebbe scattare il cosiddetto “semestre bianco” il 3 agosto 2021, e per questo motivo renderebbe impossibile sciogliere le camere fino a febbraio 2022.

È bene precisare, però, che la strada delle elezioni anticipate è la meno appetibile per tutti.

Stando al’ultima Supermedia di sondaggi pubblicata da YouTrend, Italia Viva di Matteo Renzi, artefice di questa crisi, non riuscirebbe a superare la soglia di sbarramento posta al 5% dall’attuale legge elettorale. Inoltre, dopo il taglio dei parlamentari ratificato con il referendum del settembre 2021, buona parte degli attuali deputati e senatori avrebbero poche chance di essere rieletti.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 605.898 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 152 STATI E 1123 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 04 gennaio 2021)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.