Il Bundestag dice «sì» alla cannabis.

by • 1 aprile 2024 • ESTERI, In evidenzaCommenti disabilitati su Il Bundestag dice «sì» alla cannabis.4170

Dal primo aprile tutte le persone con più di 18 anni in Germania potranno uscire, ogni giorno, con 25 grammi di marijuana in tasca. Come ha sottolineato ieri il deputato dei cristiano-sociali bavaresi, delegato alle politiche sanitarie, Stephan Pilsinger: «significa che dal primo aprile ogni giovane in Germania potrà girare indisturbato con un quantitativo di marjuana che corrisponde più o meno a 75 spinelli pronti per essere fumati perché saranno considerati solo per consumo personale».

La legge – approvata da 407 deputati della maggioranza tripartitica, socialdemocratici-liberali-verdi, contro i 226 no giunti soprattutto dall’Unione democristiana Csu/Csu – prevede inoltre che ogni persona potrà possedere nella propria abitazione fino a 50 grammi di marijuana. Secondo il ministro della Sanità, il socialdemocratico Karl Lauterbach, strenuo sostenitore della legge, «con questa normativa intendiamo ridurre fortemente il commercio illegale della marijuana e colpire una delle fonti di guadagno della criminalità organizzata». Lauterbach ha ribadito che potrà essere acquistata legalmente solo marijuana con una percentuale massima del 30/40% di Thc, il principio attivo di quella che comunemente viene definita «erba».

«Il consumo prolungato nel tempo di marijuana con un’alta percentuale di Thc – ha confermato Lauterbach – può causare psicosi e depressioni, ma la marijuana con la giusta percentuale di Thc ha effetti calmanti e viene utilizzata in alcune patologie gravi per lenire il dolore». Dal primo luglio in alcune città della Germania saranno invece indicati «club, vie e piazze» dove sarà possibile consumare marijuana. Le autorità cittadine e delle forze di polizia hanno già sollevato dei dubbi anche su questo punto.

«Una legge inutile, approvata in un momento in cui bisognerebbe pensare ad altri problemi molto più gravi del Paese. Accontentiamo tanti consumatori di marijuana, ma tanti giovani potrebbero non essere in grado di controllare il consumo di questa droga», ha sottolineato la cristiana democratica, Simone Borchardt. Anche alcuni deputati di Verdi e della sinistra più radicale credono che la legge debba subire delle modifiche. La legalizzazione della marijuana era stata inserita nell’accordo di governo, trovando il sostegno delle fasce più giovani dell’elettorato e ieri è stata approvata dopo un lungo iter parlamentare. Il cancelliere Olaf Scholz e il suo esecutivo di coalizione stanno vivendo una fase politica molto complicata: si sono ritrovati a gestire una crisi e una recessione economica sempre più profonda. E la legalizzazione della cannabis potrebbe essere interpretata come il tentativo di riconquistare consensi o anche di distogliere l’attenzione da problemi più gravi da affrontare, come sostengono i democristiani di Cdu e Csu.

La legge sulla marijuana, con altre leggi che dovrebbero alleggerire il peso fiscale sulle aziende ma aumentarlo su famiglie e cittadini, passeranno al vaglio del Bundesrat il prossimo 22 marzo, e il via libera da parte della Camera alta delle Regioni non è affatto scontato.

La segretaria del Pd, Elly Schlein, intervenuta alla convention di “Più Europa”, ha proposto di seguire l’esempio tedesco: «Battiamoci per il matrimonio egualitario, che è una cosa giusta – ha detto – e battiamoci per la legalizzazione della cannabis come è avvenuto in Germania».

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 700mila VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 160 STATI E 1200 LOCALITÀ ITALIANE
(Google analytics 02 gennaio 2024)


_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

Pin It

Comments are closed.