La de-russificazione delle ex-repubbliche sovietiche

by • 14 giugno 2023 • ESTERI, In evidenzaCommenti disabilitati su La de-russificazione delle ex-repubbliche sovietiche126

Con l’invasione della Russia in Ucraina, in tanti Paesi ex-sovietici è diventato molto di moda il termine “de-colonizzazione”, che indica sostanzialmente la de-russificazione delle ex-repubbliche sovietiche, che sempre meno intendono rimanere sotto il controllo di Mosca. In particolare le generazioni più giovani, che non hanno respirato l’aria del passato regime, rifiutano sempre più l’uso stesso della lingua dei vecchi padroni. La sezione kazaca della Bbc ha svolto tra di loro un’inchiesta molto significativa.

Il Kazakistan è forse il Paese dove la questione è più sentita, come racconta la ventenne Mira Ungarova, che ora si vergogna di quanto ci tenesse alle elementari a imparare bene la lingua russa per “non essere simile a una kazačka”, il termine spregiativo con cui i russi chiamano le ragazze kazache. Per lei tutto è cambiato nel 2019, quando l’eterno presidente-padrone Nazarbaev ha lasciato la carica: “per me e i miei coetanei è stato davvero uno shock, e abbiamo cominciato a pensare che si potesse cambiare qualcosa nel nostro Paese”. Oggi Mira è una delle migliaia di attivisti per il “recupero dell’identità nazionale”.

Dopo la seconda guerra mondiale, per ordine di Stalin l’istruzione superiore nei Paesi dell’Asia centrale poteva essere impartita soltanto in russo, e “negli anni ’70-‘80 le persone istruite erano soltanto i russofoni”, come spiega la giovane ricercatrice Aynaš Mustojapova, autrice del libro “La de-colonizzazione in Kazakistan”. Questo portava non soltanto al “pensiero coloniale”, ma anche alla “auto-alienazione”, quando i kazachi si vergognano della propria cultura, sostiene Aynaš.

Ora tutto sta cambiando rapidamente, e tutti i sondaggi e le inchieste rivelano una grande richiesta della lingua kazaca, nell’istruzione come nella vita sociale, ad esempio la sempre maggiore popolarità dei programmi televisivi e dei film in kazaco: il secondo episodio del blockbuster americano Avatar è stato visto quasi soltanto nella versione in lingua locale. Secondo la fondazione sociologica “Friedrich Albert”, il 40% delle persone tra 18 e 29 anni dichiara di parlare sempre kazaco, in famiglia e in tutti gli ambienti, mentre sopra i 60 anni questa percentuale si riduce al 25% dei cittadini.

I kazachi affermano ironicamente che Putin ha fatto di più per la lingua kazaca in un anno, che Nazarbaev in 30 anni: con l’invasione dell’Ucraina il bisogno di de-colonizzazione è diventato imperioso, e sempre più discusso su tutti mezzi di comunicazione, pubblici e privati. Per i kazachi è evidente che la motivazione degli orrori provocati dalla guerra è principalmente l’imposizione della lingua, l’unico vero motivo di conflitto tra russi e ucraini sul territorio del Donbass negli anni precedenti.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 693.421 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 156 STATI E 1183 LOCALITÀ ITALIANE
(Google analytics 08 gennaio 2023)


_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

Pin It

Comments are closed.