La decadenza degli USA

by • 20 novembre 2020 • ESTERI, In evidenzaCommenti disabilitati su La decadenza degli USA139

Se una volta gli USA erano sia dal punto di vista militare che politico il poliziotto del mondo, dal termine del secondo conflitto mondiale l’America ha inanellato una serie di pesanti e costosissime sconfitte su entrambi i fronti.

Quelle militari all’inizio con le batoste in Corea e Vietnam, con ingenti danni sia in termini umani che economici. Poi in Medio Oriente, ed anche qui la situazione non è migliorata: Libano, Iran, Afghanistan, le finte vittorie nelle guerre del Golfo e l’attuale stallo in Nord Africa ne sono la dimostrazione.

Nella politica internazionale le cose non vanno meglio. Basti pensare alla progressiva perdita di influenza su continente sudamericano, al fallimento dopo oltre un ventennio delle trattative di pace fra Palestina ed Israele, la difficile situazione nel Mediterraneo, i complessi rapporti con la Corea del Nord e la Russia e i dazi verso l’Europa sono le cartine al tornasole di una politica affannata.

In economia e nel lavoro i risultati sono stati all’inizio eclatanti ma fragili sulla lunga distanza. I successi sull’occupazione si sono dissolti all’inizio dell’epidemia di coronavirus e proseguono inflessibili nella caduta, come la Borsa di Wall Street.

La stessa epidemia virale ha dimostrato la scarsa attitudine dell’attuale governo USA alla lungimiranza. L’inerzia dei primi giorni, fondamentali per la lotta contro il vaccino, ha trasformato una delle potenze mondiali in una nazione balbettante i cui stati interni iniziano a vedersi con una certa diffidenza in base al numero di contagi. L’altalena delle dichiarazioni del presidente, che passano con la rapidità di un lampo da un’affermazione al suo esatto opposto, se sempre inopportune ma comunque digeribili in altri contesti, diventano pericolosissime su questioni sanitarie. Errori di questo tipo, in questi casi, possono significare migliaia di vittime in più o in meno. La soglia dei 100.000 morti secondo cui Donald Trump considererebbe la lotta contro il Covid19 una vittoria, è al momento pura utopia, con il numero dei contagi in aumento preoccupante.

Certo, l’America è in grado di far giungere nel porto di New York una nave ospedale militare da 1.000 posti letto in grado di essere operativa in 24 ore, ma se la violenza con cui il virus si è scatenato nella Grande Mela attaccasse anche altre metropoli? La corsa all’acquisto di armi dei primi giorni del contagio disegna scenari inquietanti sul fronte della stabilità sociale, altro grandissimo problema in uno stato con un tasso di immigrazione elevato, senza una sanità pubblica, con buona parte degli stessi americani non in grado di sostenere un’assicurazione sanitaria almeno decente ed un altissimo numero di aspiranti pistoleri. Insomma, La notte del giudizio.

Gli Stati Uniti d’America sono stati per decenni il faro di riferimento del mondo occidentale. Sarà meglio, per il mondo intero, guardare da un’altra parte.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.