L’attacco di Navalny a Putin

by • 13 febbraio 2021 • ESTERI, In evidenzaCommenti disabilitati su L’attacco di Navalny a Putin171

Aleksej Navalny ha sorriso fino all’ultimo, aspettando la sentenza dall’altra parte della gabbia di vetro, guardando la moglie Yulia in aula e disegnandole con le mani un cuore. Fuori dal tribunale le forze dell’ordine, dopo aver passato la giornata ad arrestare altre centinaia di persone oltre alle 7.000 fermate durante le manifestazioni dei giorni precedenti, si preparavano a contenere nuove proteste. A Mosca, Pietroburgo, nelle principali città della Russia.

Al termine della giornata, il giudice ha letto la sentenza. Una condanna scaduta, sospesa nel 2014, è diventata reale, per averne violato i termini. Aleksej Navalny dovrà trascorrere due anni e otto mesi in carcere, in una colonia penale. A modo loro, hanno mostrato clemenza. Il giudice ha deciso di prendere in considerazione l’anno di detenzione domiciliare già scontato per il caso Yves Rocher, e ha ridotto la pena dai 3 anni e cinque mesi originari a 2 anni e otto mesi. Mentre Navalny veniva portato via, i suoi collaboratori convocavano proteste immediate.
Poche ore prima, il suo intervento nell’aula del tribunale era stato un fiume in piena, il “j’accuse” di un uomo che non conosce paura e invita i connazionali a non averne. Fuori dal tribunale di Mosca le forze dell’ordine seguitavano ad arrestare i suoi sostenitori, mentre Navalny sfidava i giudici, chiarendo di non riconoscere un procedimento che lo accusa per una condanna già scontata, e poi riconosciuta come illegittima dalla Corte europea per i diritti dell’uomo. Poi si è rivolto contro Vladimir Putin, l’«ometto nel bunker» che invece di dedicarsi alla geopolitica passerà alla storia «come Vladimir l’Avvelenatore».

Navalny ha dipinto il presidente russo, in isolamento a causa dell’epidemia, come «un semplice burocratuccio che hanno messo per caso in quel posto, senza partecipare a dibattiti o elezioni. Con un unico metodo, quello di uccidere gente. Abbiamo avuto Alessandro il Liberatore, Jaroslav il Saggio, e ora avremo Vladimir l’Avvelenatore».

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 605.898 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 152 STATI E 1123 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 04 gennaio 2021)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.