Le nostre spese che controlla l’Agenzia delle Entrate

by • 6 marzo 2020 • In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su Le nostre spese che controlla l’Agenzia delle Entrate134

L’incubo più o meno dichiarato di qualsiasi cittadino. Perché, che si stia con la coscienza a posto o meno, un accertamento del Fisco non è mai una bella notizia e difficilmente fa dormire sonni tranquilli. Vediamo, quindi, cosa controlla maggiormente l’Agenzia delle Entrate.

Il Fisco, infatti, ha accesso diretto praticamente a tutti i dati dei contribuenti: guadagni, datore di lavoro o clienti, spese sostenute e così via. E, oltretutto, l’ultima legge di bilancio ha stretto ulteriormente le maglie dei controlli.

I soggetti che rischiano maggiormente sono proprio i professionisti. Specialmente perché i redditi dei lavoratori dipendenti, essendo già tassati in busta paga, non hanno bisogno di ulteriori accertamenti. Al contrario dei professionisti, che potrebbero anche non dichiarare i redditi reali.

Per i suoi accertamenti, l’Agenzia delle Entrate utilizza strumenti noti quali il redditometro, il risparmiometro, oltre ai controlli incrociati tra giacenze e movimenti sui conti corrente con i redditi e i patrimoni dichiarati dal contribuente stesso. Così facendo, a seconda delle attività esercitate, l’Agenzia delle Entrate può controllare con efficacia le categorie da mettere sotto la lente per la verifica fiscale.

Ma quali sono le voci di spesa che vengono maggiormente incrociate con i redditi dichiarati e a disposizione del contribuente (professionista o dipendente) finito sotto accertamento?

canoni di locazione di un immobile;

auto di lusso;

assicurazioni auto;

viaggi;

lavori di manutenzione dell’appartamento;

visite specialistiche;

mutuo per l’acquisto di un’immobile;

smartphone;

abbonamenti;

collaboratori domestici;

centri benessere e cura della persona;

ristoranti.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.