Moby accede al concordato in bianco

by • 1 agosto 2020 • SOCIALECommenti disabilitati su Moby accede al concordato in bianco185

Il gruppo Moby è stato ammesso alla procedura di concordato preventivo in bianco. La misura concorsuale fallimentare prevede infatti che la società possa continuare a svolgere le proprie attività in attesa di trovare un accordo coi creditori per evitare il fallimento.

Come noto, il gruppo armatoriale dei traghetti che fa capo a Vincenzo Onorato naviga da circa un anno in cattive acque con debiti diventati ormai insostenibili. E nell’impossibilità di trovare un accordo in bonis con obbligazionisti, banche e altri creditori, ha chiesto l’ammissione di Moby e CIN alla procedure prevista dall’art.161 della legge fallimentare.

Moby e CIN finiscono in concordato
Che la situazione finanziaria fosse già particolarmente compromessa è risaputo da molto tempo. Lo scorso autunno alcuni fondi d’investimento che avevano comprato obbligazioni Moby (Onorato Armatori senior secured Notes 7,75% 2023) avevano avanzato presso il tribunale di Milano istanza di fallimento prospettico e futuro (poi respinta) nel timore che la situazione finanziarie potesse precipitare compromettendo altresì le garanzie a monte del prestito obbligazionario. E infatti i fondi non ci avevano visto male: a febbraio 2020, Moby ha saltato il pagamento della cedola semestrale sul bond da 300 milioni di euro andando in default. Stessa sorte per il rimborso di una tranche da 65 milioni di euro di prestiti bancari revolving da restituire su un ammontare originario di 260 milioni. Nel frattempo Tirrenia in Amministrazione Straordinaria ha messo sotto sequestro diverse navi di CIN per il mancato pagamento di due tranches da complessivi 115 milioni di euro su un totale di 180 dovuti dall’armatore napoletano per l’acquisizione dei traghetti da Tirrenia otto anni prima.

La ristrutturazione dei debiti
La procedura concorsuale dovrà terminare tassativamente entro 120 giorni (è concedibile una proroga di altri 60 giorni una sola volta) dall’accettazione da parte del giudice fallimentare della richiesta di concordato in bianco.
Moby ha quindi tempo fino al 28 ottobre 2020 per presentare un accordo di ristrutturazione dei debiti che dovrà poi essere votato a maggioranza dai creditori e omologato dal tribunale. Per gli obbligazionisti, soprattutto fondi hedge e speculativi che hanno rastrellato i titoli quotati alla borsa del Lussemburgo, si tratta di raggiungere un accordo di maggioranza di concerto con il ceto bancario, che vanta crediti su una linea di credito revolving da 260 milioni. In tutto si tratta quindi di rinegoziare debiti, garantiti dalla flotta, per 560 milioni di euro, oltre a interessi maturati e non corrisposti. Oltre a ciò, Moby deve anche trovare un accordo con gli amministratori di Tirrenia per il pagamento di 180 milioni di euro concordato per l’acquisto dei traghetti nel 2012 per una cifra totale di 377 milioni di cui 197 già pagati).

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.