Mosca: obbligo di vaccinazione contro il Covid

by • 25 giugno 2021 • Covid-19, In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su Mosca: obbligo di vaccinazione contro il Covid160

Quattro regioni russe sono le prime ad aver deciso l’obbligo di vaccinazione per diverse categorie di cittadini, soprattutto i lavoratori pubblici. La prima a decretare la misura di emergenza è stata quella della capitale, il 16 giugno: il sindaco Sergej Sobjanin ha esteso il provvedimento a circa il 60% degli operatori del comune e a molti lavoratori occupati nei servizi, nel commercio, nei trasporti e nel settore bancario. La prima dose dovrà essere somministrata entro il 15 luglio; il richiamo entro il 15 agosto.

Vista l’impennata dei casi d’infezione da coronavirus in Russia nelle ultime settimane, la decisione è stata appoggiata anche dal governo centrale, secondo una dichiarazione rilasciata il 17 giugno dal portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov. Solo nelle ultime 24 ore le autorità sanitarie hanno registrato oltre 17 mila casi di contagio, con 453 decessi, 78 dei quali nella sola Mosca. Diversi casi di positività si sono rilevati anche dopo la vaccinazione.

Nonostante la pressante campagna delle autorità russe, e la disponibilità del vaccino Sputnik dalla fine del 2020, l’immunizzazione di massa va a rilento. La maggior parte della popolazione è scettica sull’uso del farmaco. La preoccupazione è alimentata anche dalla imminente campagna elettorale per le parlamentari, che il presidente Vladimir Putin ha finalmente fissato per il 19 settembre, dandone notizia ieri.

Anche le scuole e le università si stanno orientando verso posizioni molto rigide riguardo all’obbligo di vaccinazione. Per le lezioni in presenza del prossimo anno accademico, le più prestigiose istituzioni culturali, come la Scuola superiore di economia e l’Accademia delle scienze di Mosca, pensano di accettare solo gli studenti e gli insegnanti vaccinati. Ammessi anche coloro che dimostreranno di avere anticorpi dopo l’infezione da coronavirus. Tali misure sono state appoggiate dal Consiglio dei rettori delle università di Mosca e della provincia della capitale.

Verranno abolite tutte le manifestazioni dal vivo, come gli open-day universitari, le serate di festa per diplomi e lauree, le scuole estive e le conferenze. Tutto potrà avvenire soltanto online, come durante le fasi più dure di isolamento sociale dell’anno trascorso. Dal primo settembre le attività riprenderanno nelle scuole in modalità ibrida, ammettendo solo i vaccinati, che saranno gli unici a poter usufruire di tutti servizi scolastici e universitari, mentre gli altri dovranno accontentarsi delle attività a distanza.

Le autorità scolastiche ritengono che l’aggiornamento tecnologico, grazie all’anno pandemico, sia ormai sufficiente per garantire il diritto allo studio di tutti, vaccinati e non. Gli istituti scolastici dovranno comunque mettere a disposizione i dati sugli infetti e su coloro che saranno destinati al regime di isolamento. Il ministero della Salute di Mosca organizzerà speciali staff medici per le regolari verifiche nelle scuole della capitale, e per offrire servizi di vaccinazione gratuita, con tutti i tipi di vaccini disponibili.

Estranei e visitatori non potranno entrare nelle scuole e nelle università; rettori e direttori dovranno farsi carico di continue iniziative d’informazione e raccomandazione sulla vaccinazione di massa. I russi continuano a mostrarsi molto poco sensibili al tema. Anche la Chiesa ortodossa rimane su posizioni piuttosto negative riguardo all’uso dei vaccini, nonostante i continui decessi di esponenti del clero, anche a livelli alti della gerarchia ecclesiastica.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 605.898 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 152 STATI E 1123 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 04 gennaio 2021)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.