Nancy Pelosi a Taiwan, i rischi del possibile viaggio

by • 1 agosto 2022 • ESTERI, Visualizza in HomeCommenti disabilitati su Nancy Pelosi a Taiwan, i rischi del possibile viaggio20

La speaker della Camera degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, è partita per il suo tour programmato in Asia e farà ufficialmente tappa in Giappone, Corea del sud, Malesia e Singapore. Non ci sarebbero troppi problemi, se non fosse per la sua intenzione, manifestata i giorni scorsi, di voler visitare anche Taiwan. Dire che questa decisione non piace alla Cina è riduttivo e, nonostante non ci sia ancora la conferma che Pelosi atterrerà in effetti a Taipei, Pechino ha manifestato chiaramente oggi il suo pensiero, tenendo esercitazioni militari nello Stretto dell’isola di Formosa e al largo dell’isola di Pingtan nella provincia del Fujian, per 11-12 ore, quindi dalla mattina alla sera (ora locale). Washington aveva detto di non avere prove di una imminente azione di forza da parte della Cina.

L’aereo di Pelosi scompare dai radar
Fino a poco tempo fa è stato possibile seguire in tempo reale il volo di Pelosi, sul sito flightradar24. L’aereo era alle Hawaii, fermo all’aeroporto di Honolulu e seguito da circa 50mila utenti. A un certo punto si è mosso, passando sopra la città. Poco dopo è scomparso e sullo schermo è apparsa una finestra che spiegava che non era più possibile rintracciarlo.

Perché il viaggio della speaker preoccupa
Se le preoccupazioni per la guerra in Ucraina sembrano affievolirsi, o risultare erroneamente meno importanti, per la quotidianità con cui si parla di attacchi militari e morti; non si parla abbastanza forse dei rischi e delle tensioni attorno all’isola di Taiwan. Se si scatenasse un conflitto anche qui tra America e Cina, è probabile che molti altri Stati si unirebbero come alleati dei due belligeranti, con il timore di scatenare una terza guerra mondiale.
La Cina aveva già avvisato, tre giorni fa, che in caso di visita della speaker a Taipei, le conseguenze sarebbero state “gravi”. Posizione ribadita dal presidente cinese Xi Jinping in persona, durante la videochiamata di giovedì 28 luglio con il presidente americano Joe Biden: “non giocare col fuoco”, perché la riunificazione di Taiwan alla Repubblica popolare cinese è una “missione sacra”. Anche il Pentagono, comunque, ha detto che non era il caso per Pelosi di affrontare questo viaggio.

Durante le esercitazioni militari e le manovre cinesi, tra l’altro, è stato imposto il “divieto di qualsiasi ingresso” nelle acque interessate, anche perché era previsto l’utilizzo di “proiettili veri”, si legge nella nota ufficiale riportata dai media statali cinesi.

Taiwan: perché per la Cina è importante
Taiwan è importante soprattutto per Xi Jinping, che dopo Mao Zedong è il leader più potente e longevo, perché si tratta dell’ultimo baluardo per riunificare tutta la Cina, dopo Hong Kong (ultima in ordine cronologico). Riportare la cosiddetta ‘isola ribelle’ sotto l’egida della Repubblica popolare permetterebbe a Jinping di dimostrare, in politica interna, l’efficacia della sua leadership e, in politica estera, di rafforzare l’ideologia del comunismo.

È chiaro che a Washington, invece, interessa il contrario: proteggere l’unica democrazia cinese finora vigente.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 651.308 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 152 STATI E 1158 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 02 gennaio 2022)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.