Papa Francesco si è complimentato con il presidente eletto

by • 19 dicembre 2023 • ESTERI, In evidenzaCommenti disabilitati su Papa Francesco si è complimentato con il presidente eletto325

Javier Milei, in copertina, dopo l’esultanza fa i conti con la realtà argentina. La Borsa festeggia con un rialzo del 20% sulle imminenti privatizzazioni. Ma l’economia è in crisi profonda.

Il giorno dopo una parte del Paese resta incredula, l’altra (la maggioranza) esulta. In Argentina è iniziata la transizione dal peronismo progressista di Alberto Fernandez all’ultraliberismo di destra di Javier Milei, raggiunto da una telefonata di auguri di papa Francesco, nonostante i volgari insulti rivolti al Pontefice nella campagna elettorale.
Il Merval – la borsa di Buenos Aires lunedì chiusa per una festività – ha brindato con un rialzo del 20% sulla conferma delle imminenti privatizzazioni, e il dollaro parallelo, il cosiddetto ‘dollar blu’ è volato oltre la soglia del 10%, scambiato a più di 1.050 pesos, in una corsa ad accaparrarsi la valuta Usa nel timore di nuove svalutazioni, mentre i sindacati annunciano un ‘dicembre caldo’. Il primo faccia a faccia tra Fernandez e Milei è cominciato alle 8,30. Una riunione “cordiale” l’hanno definita fonti ufficiali, durata poco meno di due ore e mezzo, prima dell’apertura dei mercati. Immortalato in una foto in cui i due leader appaiono attoniti e distanti sullo sfondo del parco della residenza presidenziale – la Quinta di Olivos – l’incontro è servito a concordare squadre e programma per un passaggio di consegne ordinato tra i due esecutivi fino al 10 dicembre, data dell’insediamento del nuovo governo.
Ma a caratterizzare la giornata del presidente eletto, è stata soprattutto la telefonata del Pontefice. Bergoglio ha chiamato a sorpresa, mentre Milei stava registrando un’intervista tv. Nel colloquio di circa 8 minuti, secondo i media argentini, il nuovo capo di Stato ha invitato il Papa a recarsi in Argentina. Poi, uno scambio di battute, col Papa che avrebbe raccomandato a Milei di agire con “coraggio e saggezza” nell’affrontare i gravi problemi del Paese. E il nuovo inquilino della Casa Rosada che ha risposto: “Coraggio non mi manca, sulla saggezza sto lavorando”. Dal Vaticano c’è solo invece la conferma del portavoce della sala stampa Matteo Bruni che “il Papa e il presidente eletto Milei hanno avuto un colloquio telefonico”.
Ma ad attendere il nuovo presidente, ancora al lavoro per completare le caselle del suo gabinetto, ci sono giorni difficili.
La prospettiva di nuove svalutazioni e di sacrifici accrescono il rischio di una rivolta sociale. I sindacati di sinistra e i movimenti dei ‘piqueteros’ sono sul piede di guerra. “Scenderemo in piazza”, ha avvertito Juan Carlos Alderete, coordinatore generale della Corriente Clasista y Combativa, che manovra per un’articolazione compatta tra le organizzazioni. “Sarà un’alleanza molto forte” ha promesso. Secondo l’ex presidente Mauricio Macri, regista occulto della vittoria del leader della Libertad avanza, il futuro governo ha “sei mesi per stabilizzare” il Paese. “Sei mesi durissimi. Milei lo sa”, ha commentato. E fornendo la sua lista di priorità, l’esponente di destra ha indicato la necessità di “uno shock fiscale e di una forte riduzione della spesa”. Proprio mentre il presidente eletto, nelle ultime ore, aveva annunciato una certa gradualità, forse per mettersi al riparo da un eccessivo scontento della gente.
E mentre il Merval replicava l’euforia di Wall Street sui titoli argentini, con la petrolifera partecipata Ypf, che ha segnato un nuovo rialzo del 33% in avvio di seduta, Pechino ha lanciato il suo messaggio a Buenos Aires: “Sarebbe un grave errore interrompere i legami con partner importanti come la Cina o il Brasile”. Intanto Lula, preoccupato per le possibili mosse del futuro vicino di casa, ha chiamato la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen in pressing per chiudere l’accordo commerciale Ue-Mercosur sotto la sua presidenza, entro il 7 dicembre, prima dell’arrivo di Milei alla Casa Rosada.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 693.421 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 156 STATI E 1183 LOCALITÀ ITALIANE
(Google analytics 08 gennaio 2023)


_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

Pin It

Comments are closed.