Petrolio giù sul Coronavirus

by • 14 febbraio 2020 • ECONOMIA, In evidenzaCommenti disabilitati su Petrolio giù sul Coronavirus393

Il comitato tecnico che unisce i rappresentati dell’OPEC e quelli della Russia non ha trovato un accordo sul taglio della produzione di petrolio, come punta ad ottenere l’Arabia Saudita.
Mosca continuava a osteggiare l’idea di accrescere la riduzione dell’offerta di altri 500.000 barili al giorno.

Le quotazioni del Brent sono subito scivolate di oltre l’1%, finendo in area 54,50 dollari al barile, ai minimi dal dicembre 2018. Male anche il WTI, sceso poco sopra i 50 dollari, ai livelli più bassi da inizio 2019. Stamattina, la lieve ripresa sulle dichiarazioni russe a sostegno di un’intesa sui tagli.

La richiesta di Riad segue il diffondersi del Coronavirus, che impattando negativamente sull’economia cinese, starebbe facendo crollare le importazioni di greggio di Pechino. Nei giorni scorsi, alcune fonti anonime del comparto petrolifero parlavano di un calo di 3 milioni di barili al giorno, il 3% dell’offerta globale. Stando al responsabile finanziario di BP, Brian Gilvary, nell’intero 2020 si registrerebbe un tonfo della domanda globale di 300/500.000 barili al giorno, mentre per Platt Analytics si andrebbe da -650.000 barili al giorno a febbraio a -900.000 a marzo nello scenario migliore, in quello peggiore si passerebbe rispettivamente da -2 milioni a -2,6 milioni di barili al giorno.

Quest’anno, i prezzi risultano già scesi di quasi il 20%. E questo fa certamente male a tutte le economie produttrici, seppure in misura diversa. La Russia può avvalersi della flessibilità del suo tasso di cambio per compensare tali cali. Quando il greggio ribassa sui mercati, il rublo si deprezza e ciò innalza il valore in valuta locale dei barili esportati. Ad esempio, ieri un barile a Mosca valeva sui 3.450 rubli, gli stessi di metà 2014, quando il Brent costava sui 110 dollari al barile, ma il cambio era molto più forte. Vero è anche, però, che da inizio anno persino la Russia ha accusato un calo delle entrate in rubli per ciascun barile venduto all’estero di quasi il 17%.

________________________________________________________________

schermata-2016-10-01-alle-19-19-06
COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.