Divorzio congiunto: cos’è?

by • 3 dicembre 2020 • In evidenza, SOCIALECommenti disabilitati su Divorzio congiunto: cos’è?269

Il divorzio congiunto o consensuale il procedimento giudiziario che viene avviato dai coniugi in maniera consensuale, una volta raggiunto l’accordo su tutte le condizioni dello scioglimento del matrimonio.

Il divorzio congiunto si svolge secondo un iter snello, rapido ed economico di quello che caratterizza il divorzio giudiziale.

La competenza è del tribunale del luogo di residenza o di domicilio dell’uno o dell’altro coniuge.

Ai fini della validità della domanda di divorzio devono essere riportati i fatti e gli elementi di diritto sui quali si fonda la domanda di scioglimento del matrimonio.

La domanda di divorzio congiunto deve anche indicare compiutamente le condizioni inerenti ai rapporti economici ed ai figli.

Divorzio congiunto: documentazione necessaria
I documenti da allegare al ricorso sono:
– stato di famiglia di entrambi i coniugi
– nota di iscrizione a ruolo
– certificato di residenza di entrambe le parti
– atto integrale di matrimonio rilasciato dal Comune dove è stato celebrato
– accordi conclusi davanti all’ufficiale di stato civile
– copia autentica del verbale dell’udienza presidenziale, che ha autorizzato i coniugi a vivere separati
– copia autentica della sentenza di separazione con attestazione del passaggio in giudicato.

Divorzio congiunto: le verifiche del Tribunale
Il Tribunale deve verificare la sussistenza di uno dei seguenti condizioni:
– il matrimonio non sia stato consumato;
– uno dei coniugi è stato condannato per un reato per il quale l’ordinamento prevede la pena dell’ergastolo o una pena superiore a 15 anni;
– uno dei coniugi è cittadino straniero e ha ottenuto l’annullamento o lo scioglimento del matrimonio all’estero;
– è passata in giudicato la sentenza di rettificazione di attribuzione di sesso di uno dei due coniugi;
– i coniugi sono separati legalmente da 12 mesi se la separazione è stata giudiziale o da almeno 6 mesi se la separazione è stata consensuale.

Divorzio congiunto: tempistiche
I tempi del divorzio congiunto sono più contenuti rispetto a quelli del divorzio giudiziale. Essi variano da un tribunale all’altro.

Per divorziare in via consensuale basta una mail
Come funziona il divorzio via mail? Innanzitutto è necessario che i coniugi siano d’accordo sui termini del divorzio, cioè che la separazione sia consensuale. A questo punto, come da prassi, il giudice viene chiamato in causa solo per “ratificare” il divorzio. Gli avvocati redigeranno gli atti da trasmettere via posta elettronica dopo di che il giudice fisserà la data di udienza per emettere la sentenza di divorzio. In epoca di epidemia Covid-19 non è più necessaria la comparizione delle parti e il giudice che si occupa delle cause di famiglia potrà svolgere udienza semplicemente senza la presenza dei congiunti o dei legali rappresentanti. Il rito è sicuramente più semplice e veloce e ha il merito di snellire le procedure civili nei tribunali. Anche perché il via vai di avvocati e cittadini, laddove non strettamente richiesto e necessario, può creare assembramenti col rischio di contagi che comprometterebbero anche il resto delle attività giudiziarie.

L’udienza virtuale
Così, il Consiglio nazionale forense (Cnf) ha varato nuove linee guida sulla gestione dei procedimenti che riguardano la famiglia. Regole assolutamente necessarie perché pur essendo il periodo critico causa Covid-19, la vita di relazione delle persone non può restare sospesa per mesi, considerando anche che “la salute è da tutelare, ma la famiglia non è da meno. E tutti i procedimenti in materia, è scritto sulle linee guida, sono intrinsecamente connotati da urgenza”.

All’udienza virtuale comunicata agli avvocati per via telematica, le parti non devono partecipare neanche a distanza, serve solo al Tribunale essendo una mera e propria formalità. Si spera che la formula possa essere mantenuta anche nel tempo e che possa realmente servire a snellire le pratiche civili nell’interesse generale. Anche perché già si preannuncia un boom di divorzi da quarantena, visto che molti coniugi sono stati costretti a convivere assiduamente per lungo tempo in periodo di coronavirus senza riuscire a sopportarsi.

Anche per le separazioni basta una mail
La pratica vale anche per le separazioni (sempre consensuali), la cui omologa da parte del giudice di Famiglia potrà essere rilasciata a seguito di istanza presentata per via telematica. Il che fa risparmiare notevoli costi anche agli avvocati e ai coniugi, magari costretti a lunghi spostamenti territoriali solo per presenziare a un’udienza di pochi minuti in cui tutto è già stato deciso a priori. Da questo punto di vista, gli avvocati hanno sempre premuto sull’amministrazione giudiziaria per snellire i procedimenti civili, vista anche la carenza di personale e magistrati nei tribunali. Laddove non espressamente richiesto, infatti, è bene che si riservi la presenza fisica per cause civili più importanti o per il settore penale.

________________________________________________________________


COSTA PARADISO NEWS SUPERA 544.000 VISUALIZZAZIONI DI PAGINA IN 142 STATI E 1031 LOCALITÀ ITALIANE (Google analytics 18 gennaio 2020)
_______________________________________________________________

In osservanza al nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR), gli indirizzi mail sono conservati in modo sicuro e utilizzati esclusivamente per informare sulle attività da noi pubblicate.
Potrà cancellarsi dalle newsletter inviando un email al seguente indirizzo: redazione@costaparadisonews.it

Informativa sulla Privacy – Questa operazione è obbligatoria.
________________________________________________________________

Costa Paradiso News non è un prodotto editoriale, viene aggiornato in base al materiale ricevuto dai lettori o da pubblicazioni viste sul web.

I commenti agli articoli e gli annunci delle rubriche sono gratuiti e devono rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti in Italia.
Gli annunci vengono pubblicati sempre sotto la sola responsabilità dell’utente, che all’atto della richiesta dell’annuncio dichiara altresì di conoscere e accettare le Condizioni Generali di Servizio.

La redazione di Costaparadisonews non potrà essere ritenuta responsabile ad alcun titolo per quanto descritto dagli utenti e per la loro condotta.

Le relazioni intrattenute tra gli utenti del Servizio, incluso l’acquisto, lo scambio di informazioni, anche per il tramite del form di risposta all’annuncio, la consegna o il pagamento di beni o servizi, avvengono esclusivamente tra utenti senza che Costaparadisonews sia parte della relazione.
______________________________________________________________
Informativa sulla Privacy
______________________________________________________________
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Puoi disabilitare i cookie sul tuo browser, oppure accettarli e continuare a navigare.
PER SAPERNE DI PIÙ

______________________________________________________________

.

Pin It

Comments are closed.